Caserta. Smaltimento illegale di rifiuti pericolosi, sequestrata azienda

img_6123Personale del Corpo Forestale dello Stato appartenente al NIPAF del Comando Provinciale di Napoli ha sequestrato  un capannone industriale di circa 80 mq, dove  sono stati rinvenuti 10 tonnellate di  rifiuti speciali pericolosi, nello specifico rifiuti provenienti da  autodemolizione.

In particolare, gli uomini della Forestale hanno rinvenuto  un numero considerevole  di ammortizzatori  non bonificati  e parti di autoveicoli  intrisi di olii, miscelati con altri  rifiuti ferrosi. Nel capannone inoltre erano presenti altresì circa 60  bidoni metallici vuoti, che dalle indicazioni in etichetta contenevano acido propenico, detto acido viene  utilizzato nel settore dall’industria di stampa chimica, per la preparazione di plastiche, rivestimenti, adesivi e vernici (rifiuti contenenti residui  di sostanze  pericolose o contaminanti  da tali sostanze).

Nel controllo  è emerso  anche che detta società non solo gestiva e deteneva rifiuti speciali  pericolosi,  ma  effettuava trasporto per conto di terzi in assenze delle  prescritte autorizzazioni per il trasporto di rifiuti speciali pericolosi cioè  con mezzi non autorizzati tale trasporto di sostanze pericolose. Pertanto il titolare della società  è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 93509 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!