Comunali. Lettieri: “Ho preso 10 impegni solenni coi cittadini”

35.484 napoletani ci hanno indicato le priorità da risolvere nel proprio quartiere e in città. E sulla base delle esigenze delle persone abbiamo costruito un programma che non è canonico. Così Gianni Lettieri, imprenditore e candidato sindaco a Napoli durante la manifestazione ‘Effetto Lettieri’ con cui ha aperto la sua campagna elettorale.
Sono 10 sfide che vinceremo insieme. Sono misure che dietro hanno dei volti. Sfide – dice Lettieri – tipo il Reddito di Sostegno Sociale, la banca per il microcredito, le misure per creare nuovi posti di lavoro: 48.000 in tre anni, c’è quella che sarà la mia prima delibera di giunta, quella per ridare sicurezza e legalità alla città. Questi sono alcuni degli impegni solenni che ho preso con i napoletani, impegni che so di poter mantenere”.
Il mio programma è realizzabile, ci metto la firma oltre che la faccia. Sarà – sottolinea – sempre pubblico lo stato di avanzamento degli impegni che ho preso con i napoletani. Ci sarà un aggiornamento costante sull’operato del sindaco e degli assessori. Ogni sei mesi verificheremo il loro lavoro e se non sarà in linea con gli impegni presi, saranno sostituiti. A metà mandato consulterò i napoletani per verificare se sono soddisfatti del mio operato, in caso contrario andrò via. Voglio fare il sindaco perché non mi rassegno al declino della mia città e non perché voglio uno stipendio o una poltrona”.

A Napoli ci sono loro, che l’hanno stuprata e distrutta per anni e anni, e ci siamo noi, che invece vogliamo ridare vita alla nostra città. E loro sono contro di noi e vogliono impedirmi di vincere perché io sono una persona libera, non ricattabile, dalla schiena dritta. Io – ribadisce – non ho bisogno di niente, io voglio solo ridare alla città la dignità che merita e il posto che le spetta nello scenario europeo. Invece i veri poteri forti sono contro di me perché preferiscono continuare ad avere a che fare con amministratori mediocri, amministratori che hanno bisogno di piaceri, di cortesie, e dunque non sono liberi. Ma Napoli con questa gente non va da nessuna parte. Io invece sono concentrato unicamente e autenticamente sulla mia città. Lo sono da anni. A me non interessano le beghe di partito, le questioni di potere. A me – conclude – interessa solo risolvere i problemi di Napoli. A me non interessa fare carriera politica, ho già detto che sarò sindaco per un solo mandato e poi tornerò a fare l’imprenditore”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 93574 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!