Clendy Aversa, il dottor Liguori: “Affascinato dal progetto, c’è un gruppo fantastico”

E’ arrivato il momento di tornare a fare punti. La Clendy Aversa è pronta per la sfida con la Lilliput Settimo Torinese e in terra piemontese vuole conquistare la vittoria. Il morale è alto nonostante gli infortuni e la sfortuna e il gruppo sta reagendo nel migliore dei modi ad un periodo tutt’altro che positivo.

Le normanne allenate da coach Luciano Della Volpe hanno effettuato una buona settimana di allenamenti e sono cariche per la prima delle due trasferte consecutive (la prossima domenica 13 dicembre contro la capolista Forlì). E’ con il gruppo da mercoledì anche la schiacciatrice Sofia Devetag che è stata seguita nel percorso di recupero dal medico sociale della società Carlo Liguori. Il dottore aversano ha deciso di sposare il progetto della Clendy Aversa e spiega il perché: “Sono molto legato a Luciano Della Volpe e lo stimo profondamente. Da aversano ho sempre avuto una grandissima passione per lo sport ma in particolar modo per la pallavolo. Da piccolo seguivo le gesta della squadra della nostra città nel mitico Capannone. Quante partite viste e che gioia durante le gare. Ora in questa nuova veste sono ancora più partecipe di una avventura che è sicuramente affascinante e travolgente. Ho abbracciato con entusiasmo la proposta di Della Volpe e voglio dare il mio contributo a questa magnifica realtà”.

Il dottor Carlo Liguori ha seguito Sofia Devetag ma anche Costanza Manfredini e Federica Tasca e si è detto immediatamente sorpreso, positivamente, dal gruppo: “Ho trovato sempre l’atteggiamento giusto nelle ragazze della Clendy Aversa. Queste atlete hanno risposto sempre presente ad una chiamata dell’allenatore e in alcuni casi hanno anche rischiato pur di scendere in campo. Questo è un qualcosa di straordinario perché dimostra veramente quanto tengano a questa squadra e quanta voglia abbiano nel voler cercare a tutti i costi la vittoria”.

E ora c’è la sfida a Settimo Torinese. Una partita da prendere con le molle perché le piemontesi tra le mura amiche hanno messo in difficoltà qualsiasi squadra, anche la capolista Forlì che è riuscita a portare a casa la vittoria solamente al tie-break: “Dobbiamo giocare con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di lottare su ogni pallone che ho visto nel set vinto contro Soverato. Solamente così si può cancellare questo momento non proprio positivo. Io ci credo e aspetto le ragazze al ritorno ad Aversa con punti importanti per la classifica”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 58683 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: