Villa Literno. Serra smentisce: “Nessuna collaborazione con Attilio Corso”

image_pdfimage_print

«Smentisco di aver avuto una qualsiasi collaborazione con Attilio Corso, noto attivista LGBT di Villa Literno. Preciso di averlo conosciuto tempo fa, dopo una richiesta di amicizia su Facebook. Successivamente c’è stato qualche incontro, ma sia io, che il movimento, eravamo all’oscuro dell’attività politica del giovane». E’ il sunto della nota stampa inviata da Pietro Serra, presidente nazionale di Alternativa Futura per l’Italia.

«Puntualizzo pertanto di non conoscere a fondo tale personaggio, se non in occasioni pubbliche nel quale, ripetutamente, Corso ha chiesto di fotografarsi con me, dimostrando di essere più un amico che un collaboratore. Salvo poi ricevere segnalazioni che dimostravano un modo di vivere opposto a quelle che sono le direttive dell’AFI, con l’esibizione pubblica in serate a carattere omosessuale dove prevaleva l’antitesi a ciò che lo stesso affermava personalmente. Fatto che la dice lunga sull’integrità del personaggio, verso il quale ciascuno potrà farsi un’idea più o meno positiva».

E conclude: «A nome del Movimento, chiedo scusa per quanti hanno creduto in noi e son stati traditi, seppur involontariamente, nella propria fiducia. Rispedendo al mittente eventuali repliche prive di alcun riscontro e autenticazione, anche solo implicita, da parte mia e dell’AFI, riservo azioni legali che salvaguardino l’immagine e l’affidabilità mica come quella di Alternativa Futura per l’Italia».

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 28598 posts and counting.See all posts by admin

Lascia un commento