Vacanze da incubo: tra sventure e risarcimenti

Le tanto attese ferie estive rappresentano non solo un diritto costituzionalmente garantito, ma anche e soprattutto un momento necessario per la vita di ciascun essere umano, in quanto esse costituiscono l’occasione – talvolta l’unica nel corso di un intero anno solare – per recuperare le energie psico-fisiche impiegate durante l’anno lavorativo.

L’importanza che gli italiani dedicano al tema è notoria. Basti pensare che l’organizzazione del periodo di vacanza inizia mesi prima con la scelta della meta, l’acquisto dei biglietti, la prenotazione dell’alloggio. Tuttavia, per quanto si possa essere attenti ad ogni dettaglio, gli imprevisti sono sempre all’ordine del giorno. Così, anche quest’anno, il bilancio di fine stagione estiva di rappresenta un altissimo numero di viaggiatori vittime di vacanze rovinate o vacanze da incubo; ed un momento di relax, quindi, diventa un vero e proprio incubo.

Lo testimonia l’Associazione SosUtentiConsumatori, una autorevole realtà impegnata nella lotta contro le ingiustizie perpetrate nei riguardi della parte notoriamente debole del rapporto contrattuale e da tempo attiva anche nel settore della tutela delle vittime degli inadempimenti e delle vessazioni dei colossi dell’industria turistica.

“Anche quest’anno non sono mancate sventure per gli sfortunati turisti

ha dichiarato il dott. Gianluca Cuomo, Presidente dell’Associazione.

“In verità, abbiamo purtroppo assistito ad un ampliamento del fenomeno, nonostante sotto il profilo normativo continuino ad accavallarsi interventi mirati a tutelare adeguatamente i consumatori. Si sono registrati non solo i classici casi di ritardo aereo e di smarrimento bagaglio, che pure quest’anno hanno ‘mietuto vittime’, ma anche circostanze del tutto nuove, in relazione alle quali riteniamo opportuno avviare una ampia campagna di informazione ”.

Tra le numerose segnalazioni pervenute all’Associazione SosUtentiConsumatori, sono state individuate, in effetti, alcune casistiche anomale.

Vacanze da incubo sicuramente quella che ha visto come protagonista una sfortunata famiglia del milanese. Ed infatti, diversamente da quanto richiesto in fase di prenotazione in agenzia, la famiglia ha dovuto soggiornare per l’intero periodo di vacanza in una stanza priva di aria condizionata, proprio nel periodo in cui la temperatura superava i 40 gradi.

Si è registrato, poi, un caso di overbooking del tutto anomalo: una giovane coppia, pur avendo prenotato in struttura per 3 notti, all’arrivo ha appreso che in realtà la disponibilità poteva esser garantita per una sola notte. Inutili le protese: i due sfortunati giovani hanno dovuto abbandonare la struttura ricettiva il giorno successivo al loro arrivo.

Non tutti sanno che chi è stato vittima di disagi e disservizi in occasione delle proprie vacanze potrà ottenere un giusto risarcimento.

A tal fine in caso di mancato riconoscimento dei vostri diritti, è possibile rivolgersi sul sito sosviaggiatore.it parte integrante di sosutenticonsumatori.it, (alla voce CONTATTACI), per usufruire del servizio di consulenza e assistenza individuale.

La nostra missione è quella di tutela del consumatore in tutti i suoi diritti e procedere con un rimborso/risarcimento laddove ci sono le possibilità.

Puoi chiedere subito una consulenza Gratuita attraverso il MODULO CONTATTACI oppure chiamando il numero verde 800.177.569 (da fisso) o lo 081.503.23.22 (anche da mobile).

Print Friendly, PDF & Email

Sos Utenti Consumatori

Sos utenti consumatori è un’associazione di volontariato senza fini di lucro a base democratica e partecipativa che persegue esclusivamente obiettivi di solidarietà sociale. Numero verde: 800.177.569 - 081.503.23.22 - 3285546306

sosconsumatori has 14 posts and counting.See all posts by sosconsumatori

Translate »