Aversa. Pista atletica, Mondanaro: “Plauso a Santulli, unico a muoversi per finanziamenti”

image_pdfimage_print

Sulla ‘vicenda pista di atletica’ ad Aversa è intervenuto, nelle ultime ore, anche il pluri Campione italiano di ‘lancio di martello’, Giovanni Mondanaro, dal 1996 al 2013 atleta del Centro Sportivo dell’ Aeronautica Militare e da due anni impegnato presso l’Aeroporto Militare “Ugo Niutta” di Capodichino agli ordini del Colonnello-Pilota Luigi Levante.

“Le mie dichiarazioni -spiega una delle eccellenze sportive del territorio normanno- le rilascio da libero cittadino e da aversano, che mi vanto di essere. E’ uno peccato dal punto di vista sportivo che negli ultimi dieci-quindici anni le amministrazioni comunali, che si sono susseguite, non siano state in grado di realizzare la pista di atletica leggera. E anche questo governo cittadino non mi pare stia accelerando in tal senso. L’unico che fattivamente si sta attivando da oltre un decennio è l’Onorevole Paolo Santulli che sensibilizzò il Ministero a tal punto da far arrivare dei finanziamenti ad hoc. Ed inoltre è riuscito ad ottenere dal Demanio, gratuitamente, lo splendido suolo al confine con Carinaro dove dovrebbe sorgere l’impianto. E allora mi rivolgo al Sindaco (che non ho il piacere di conoscere personalmente ma che spero di incontrare presto), architetto Enrico De Cristofaro, anch’egli aversano doc, chiedendogli di realizzare la pista di atletica al più presto perchè sarebbe molto importante per la nostra comunità. Lì, infatti, si potrebbero effettuare tante discipline (non solo la Regina degli Sport) che coinvolgerebbero anche la gioventù dei comuni limitrofi, che ora magari trascorre le proprie giornate in strada a fare nulla. In campagna elettorale De Cristofaro utilizzò lo slogan ‘Ho in mente Aversa’. Perfetto! Ottimo! Ma allora Sindaco, le domando: ‘Quando ha in mente di di dare il via ai lavori per la pista di atletica?’”.

“All’inizio effettuavo le mie sedute in mezzo ad un terreno agricolo in quel di Cesa – continua Mondanaro-. Successivamente l’Asl, che non smetterò mai di ringraziare, mi concesse uno spazio all’interno de ‘La Maddalena’. Ad oggi comunque dire che mi alleno in una struttura fatiscente è poco,spero che il Sindaco e l’assessore allo sport vogliano venire di persona a verificare lo stato delle cose per avere contezza in quali condizioni mi alleno.

“Mi piacerebbe – conclude Mondanaro- allenare bambini e ragazzi in una struttura, che una città come Aversa, francamente merita. Li guiderei gratuitamente con la mia associazione sportiva ‘Amici per l’atletica leggera aversana’ fondata qualche anno fa. Sarebbe il massimo per il sottoscritto”.

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

Translate »