Maddaloni. Diversamente abili, il piano di Razzano: “Costruiamo una città normale per tutti”

«E’ necessaria la creazione di uno Sportello “H” rivolto sia alle famiglie dei disabili per fornire assistenza e sostegno, che ai docenti, ai dirigenti scolastici per agevolare l’integrazione nel sistema scuola di bambini con difficoltà che alle istituzioni, datori di lavoro per indicare le linee guida sulla normativa vigente, per l’inserimento nel mondo del lavoro dei portatori di handicap». Giuseppe Razzano, candidato alle primarie del centrosinistra, fissa i paletti per costruire una Maddaloni normale e vivibile per tutti.

«Mettere un #puntoeacapo significa garantire la tutela di una fascia di popolazione poco rappresentata che ogni giorno si trova a dover lottare per avere una qualità di vita degna di un essere umano – ha spiegato Razzano – La parola assistenza viene spesso collegata solo alle prestazioni economiche ma non è così. Per assistenza si deve intendere una rete di interventi che, utilizzati anche in modo integrato tra loro, siano di supporto ad un’azione di inclusione sociale per quei cittadini che, a causa delle loro condizioni di disabilità, si trovano in una situazione di svantaggio. Un’adeguata rete territoriale di servizi sociali, da costruire con il supporto di una Regione Campania finalmente amica, è una condizione necessaria per realizzare un’effettiva integrazione delle persone disabili nel quotidiano ambiente di vita. Dal punto di vista economico, inoltre, è mia intenzione concedere agevolazioni fiscali per i tributi comunali, oltre a quelle previste per legge, alle famiglie con disabili minori a carico».

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 23624 posts and counting.See all posts by admin