(VIDEO) Salerno. Droga e armi, maxi-operazione Cc: 29 indagati

Nelle prime ore della mattina, a Salerno, i Carabinieri del locale Comando Provinciale, con il supporto del Nucleo Cinofili di Santo (SA) e del 7° Nucleo Elicotteri di Pontecagnano (SA), hanno eseguito un’ordinanza applicative di misure cautelari  emessa dal GIP del Tribunale  di  Salerno, su i ichiesta di questa Procura della Repubblica – nei confronti di 29 indagati (” o. c. c. in carcere, 10 arresti domiciliari e 12 obblighi di dimora ), ritenuti responsabili, a vario titolo, di “associazione finalizzata al traffìco illecito di “sostanze stupefacenti”, “detenzione spaccio  di  sastanze stupefacenti”, “detenzione e porto illegale di armi e munizioni”  e “trasferimento fraudolento di valori”.

Contestualmente, sono stati eseguiti ulteriori 11 decreti di perquisizione locale nei  confronti  di altrettanti indagati per gli stessi  ieati.

I provvedimenti scaturiscono da un’indagine,  avviata nel  settembre  2014  a seguito  del  ferimento  di un pregiudicato avvenuto a Salerno il 14.09.2014 e condotta dal Nucleo Investigativo del citato Comando Provinciale, che ha portato all’individuazione di due gruppi ci iniinali dediti al traffico di sostanze stupefacenti, con base operativa nella zona orientale di Salcino, entiainbi capeggiati da un esponente  di  spicco del clan “PANELLA-D’AGOSTINO”  attivo nel  centro  storico  della città.

In particolare, l’attività investigativa, svolta attraverso metodi tradizionali  supportati  da  attività tecniche e mirati servizi dinamici, iesi ancor più difficili  a  causa  del  contesto  territoriale,  lla consentito  di  documentare:

  • le  responsabilità   degli  indagati   in  ordine  a  numerosi   episodi   di   spaccio   di  cacaina, eroina, hashish e marijuana, approvvigionata nell’hinterland napoletano, tagliata e suddivisa in dosi all’interno di baracche ubicate nella periferia saleinitana e snaeiciata nel capoluogo saleinitano; l
  • la disponibilità, da parte di alcuni sodali, di armi utilizzate per sparatorie a scopo intimidatorio a seguito di dissidi sorti fra esponenti dei due gruppi criminali in merito all’attività di spaccio;
  • l’intestazione fittizia, a favori di due soggetti incensurati, delle quote di una società che gestisce un bar di Salerno (Melany Caffè sito in Corso Garibaldi) riconducibili al capo dei due sodalizi, al fine di eludere l’applicazione delle misure di prevenzione e di agevolare la commissione dei reati di ricettazione e di riciclaggio.

Nel corso dell’ indagine sono state arrestate — in flagranza — 5 persone e sono state sequestrati tipi di stupefacenti.

Destinatari o.c.c. (nn. 1-7 in carcere, nn. 8-17 arresti domiciliari):

1.     MARIGLIANO Ciro, alias “zio Ciro”, cl. 1958;

2.     MARIGLIANO Ciro cl.1986;

3.     PASSERO Emanuele cl. 1985;

4.     FRACELLA Salvatore cl. 1994;

5.     NATELLA Luigi cl.1990;

6.     PECORARO Antonio cl.1976;

7.     PECORARO Santo cl.1983;

8.     MARIGLIANO Michele cl.1988;

9.     IACOVAZZO Simone cl. 1991;

10.  NATELLA Marco cl.1994;

11.  NATELLA Mauro cl.1992;

12.  PECORARO Gennaro cl.1977;

13.  PIETROFESA Giuseppe cl.1985;

14.  CAPOZZOLO Alessandrina cl.1958;

15.  BARBONE Emanuele cl.1993;

16.  FRUNCILLO Alfonso cl.1987;

17.  FRANCESCHELLI Luca cl.1987.

Destinatari obblighi di dimora:

18.  D’ELIA Antonio cl.1977;

19.  ARGENTO Fabrizio cl. 1991;

20.  SPISSO Vincenzo cl.1975;

21.  MASTROGIOVANNI Armando cl.1990;

22.  MAISTO Claudio cl.1991;

23.  MAISTO Stefano cl.1988;

24.  GIORDANO Mario cl.1992;

25.  SICA Michele cl.1994;

26.  FONTE Giovanni cl.1974;

27.  GUARIGLIA Andrea cl.1993;

28.  MINELLA Luca cl.1986;

29.  CARRELLA Luciano cl.1990.

Durante le perquisizioni odierne, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro:

–        50 gr. di cocaina , 20 gr. di marijuana, 5 gr. di eroina e 50 gr. di sostanza da taglio, lanciate all’esterno della loro abitazione dai congiunti NATELLA Luigi, NATELLA Mauro e CAPOZZOLO Alessandrina, i quali sono stati tratti in arresto anche in flagranza del reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti;

–        25 gr. di hashish, 5 gr. di marijuana e 4.000 euro in contanti, presso l’abitazione di PIETROFESA Giuseppe, il quale è stato anche deferito per la citata condotta.

L’indagine è stata avviata a seguito del ferimento di MASTROGIOVANNI Armando cl.1990 avvenuto il 14.09.2014 a Salerno nei pressi del “Sea Garden”, per il quale all’epoca dei fatti fu arrestato VERRONE Costabile.

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21710 posts and counting.See all posts by admin