Sequestrati oltre 19.000 “similalimenti” illecitamente posti in vendita, denunciato cittadino cinese

Nel quadro della costante attività di prevenzione e repressione del fenomeno della contraffazione e sicurezza dei prodotti, che danneggia il mercato e mina la sana e leale concorrenza tra operatori di settore e minaccia la salute dei consumatori, finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno sequestrato oltre 19.000 articoli non sicuri.

In particolare, i militari del dipendente i Gruppo Napoli nel corso di uno specifico servizio di contrasto alla illecita vendita di prodotti pericolosi per i cittadini hanno posto sotto sequestro oltre 19 mila articoli denominati “similalimenti”, quali brioches, panini, pasticcini, toast ed altro, ossia merce non alimentare che ha forma, odore, aspetto, imballaggio, etichettatura, volume e dimensione tale da apparire come un vero e proprio alimento, così da determinare evidente pericolo per il consumatore.

Detti prodotti, normalmente utilizzati per allestire vetrine di negozi, banchi alimentari e pasticcerie, qualora non opportunamente controllati potrebbero esporre i più piccoli al rischio di accidentali e pericolose ingestioni. Al termine dell’attività il materiale è stato sottoposto a sequestro dai Finanzieri ed il titolare dell’attività, un cittadino di etnia cinese, è stato denunciato alla locale Autorità Giudiziaria.

Il sequestro operato dai militari della Guardia di Finanza partenopea, rientra nella quotidiana attività esercitata dal corpo a contrasto dell’illegalità economico-finanziaria e finalizzata alla tutela dei marchi, dei brevetti e dei diritti d’autore in genere.

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21724 posts and counting.See all posts by admin