Sant’Antimo. Scandalo in piscina, l’allenatore di nuoto abusava sessualmente su una 14enne

Ennesimo scandalo, questa volta ad essere coinvolto un allenatore finito ai domiciliari per presunti abusi sessuali su di una 14enne atleta a livello agonistico di nuoto.

Il gip di Napoli Nord di Aversa ha disposto la custodia cautelare agli arresti domiciliari per un 48enne residente a Sant’Antimo. Ad eseguire l’arresto gli agenti della squadra mobile di Napoli. La vicenda giudiziaria vede protagonista un allenatore di nuoto della squadra femminile. Il tutto ha avuto origine dai racconti di una 14enne, che ha raccontato gli abusi subiti ai psicologi che l’hanno in cura,  in circostanze specifiche e precise, vale a dire durante i ritiri pre gara e durante le trasferte organizzate in tutta Italia.

Gli inquirenti hanno poi avviato le indagini, che sono tutt’ora in corso, trovando riscontri concreti alle dichiarazioni della vittima, attraverso anche fonti documentali e testimonianze e da accertamenti clinici che hanno dimostrato la cronicità degli abusi sessuali subiti dalla vittima. Sul fronte dell’inchiesta, spunterebbero, pare, delle registrazioni e dei messaggi via chat (Whatsapp, sms compromettenti), che pare incastrerebbero l’autore degli abusi. Gli inquirenti, intanto, non escludono la possibilità che gli abusi si siano estesi anche ad altre giovani atlete.

Christian de Angelis

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21752 posts and counting.See all posts by admin