Lusciano. Uccise la nonna per 50 euro, nipote condannato a 21 anni in secondo grado

Oggi la seconda sezione della corte d’Assise d’Appello di Napoli ha condannato Costanzo Baci, a 21 anni di carcere, riducendo la pena di primo grado che era di 30 anni. Costanzo Baci, detto Giovanni, è il 26enne che il 2 luglio 2014 uccise la nonna a bastonate per 50 euro e mentre la vittima era agonizzante, le sfilò gli anelli.

L’anziana, Antonietta Di Luciano, 89 anni, fu ritrovata nel letto della sua abitazione di Lusciano con il cranio fracassato. Le indagini furono eseguite dai Carabinieri di Aversa e coordinate della procura di Napoli Nord.A dare l’allarme fu il figlio della donna. Inizialmente si pensava a una rapina finita male, il ventiquattrenne originario della Romania e adottato dalla figlia della vittima, inizialmente cercò di far ricadere la colpa sul suo “patrigno”. Poi pochi giorni dopo il delitto il giovane confessò l’omicidio.

Christian de Angelis

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21710 posts and counting.See all posts by admin