Falsa alluvionata sottrae 200mila euro a un pensionato

image_pdfimage_print

Personale del Commissariato di Olbia, ha proceduto all’arresto di una donna 46enne, per truffa ai danni di un anziano. A porre fine alla vicenda, iniziata alla fine del 2013, ai danni di anziano 79enne, ci hanno pensato gli agenti del Commissariato di Olbia.

Infatti dopo un attenta e scrupolosa indagine, gli uomini in divisa sono riusciti ad incastrare la donna, che da tempo, aveva costruito una fitta ragnatela di menzogne ai danni del malcapitato. La 46enne, all’indomani dell’alluvione causata dal ciclone “Cleopatra” si era presentata all’anziano, sotto falso nome, asserendo di essere rimasta vedova e di essere in attesa dell’indennizzo, per i danni provocati dall’alluvione, con il quale, avrebbe restituito i soldi chiesti in prestito.

I fatti si sono perpetuati fino ad oggi raggiungendo una cifra complessiva piuttosto ragguardevole, (circa 200.000,00 euro),  allorquando l’anziano, insospettito dalle sempre più frequenti ed insistenti richieste della donna, ha deciso di denunciare i fatti alla polizia. Nella mattinata di ieri, dopo essersi accordato con gli investigatori, l’anziano si è incontrato con la donna nel centro cittadino, e dopo aver prelevato e consegnato il denaro alla 46enne, la stessa è stata bloccata dal personale preposto e condotta presso gli uffici del Commissariato. Le indagini espletate dalla Polizia Giudiziaria del Commissariato P.S. di Olbia, nel frattempo avevano consentito di appurare che la donna oltre a non essere vedova, aveva fornito false generalità e soprattutto non era mai stata vittima dell’alluvione del 2013.  La stessa su disposizione del P.M. è stata accompagnata presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del procedimento di convalida dell’arresto.

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 25229 posts and counting.See all posts by admin