Aversa. Un giallo irrisolto la terribile tragedia che ha sconvolto la famiglia Di Guida

La terribile tragedia che ha sconvolto la famiglia Di Guida resta un giallo irrisolto in quanto a distanza di 4 anni dall’incidente che portò alla morte della giovane Carmen. Non si è ancora giunti alla verità rintracciando i testimoni dell’accaduto per una ricostruzione corretta e precisa della dinamica dell’incidente.

I genitori Leonardo e Anna Maria non si danno pace, per questo a marzo avevano chiesto aiuto alla nota trasmissione di Rai3 “Chi l’ha visto”, i quali con la propria troup erano giunti ad Aversa per ripercorrere le fasi dell’incidente mortale e cercare i testimoni dell’accaduto: infatti nonostante il responsabile dell’incidente sia stato individuato, non sono ancora chiare le dinamiche che hanno portato a tale triste epilogo. Ebbene ad oggi ancora nessuno si è fatto avanti per fornire notizie utili e ricostruire i fatti, perciò la famiglia ha deciso di offrire una ricompensa di 4000 euro a chi sarà in grado di dare dettagli e informazioni utili.

“Visto che la partecipazione nel mese di marzo alla trasmissione televisiva “Chi l’ha visto” non ha dato nessuna risposta sull’accertamento della verità inerente all’omicidio stradale della loro figlia Carmen, verificatosi ad Aversa in via Pastore il 05-01-2012, abbiamo deciso – dichiara la famiglia Di Guida – di elargire una ricompensa di 4000 € a chi era presente nel giorno della tragedia in via Pastore e che sia disposto a raccontare la versione dei fatti alla Procura di S.Maria C.V., quella stessa Procura che ha archiviato il caso dopo 2 opposizioni presentate dal nostro legale avv. G.Cesari e cosa ancor più grave quella di averci negato una perizia di parte sui veicoli coinvolti nel sinistro mortale e aver rifiutato a riguardo un testimone oculare dell’omicidio stradale di Carmen (mai presentatosi in Procura per deporre spontaneamente) da noi individuato tramite nostre investigazioni private. Ci auguriamo – sottolineano e conclude la nota della famiglia – che il vil denaro riesca a spezzare quella odiosa catena di omertà di cui è intrisa questa triste vicenda e vinca dove è fallita la pietas umana dando un nome all’autore dell’omicidio stradale di Carmen Di Guida, una ragazzina di 15 anni che chiedeva solo di poter vivere. Per info : 3292403269″.

Ci auguriamo che qualcuno si passi la mano sulla coscienza e si faccia avanti per aiutare una famiglia disperata, per la perdita prematura di una giovane ragazza, che non ha potuto vivere il proprio futuro.

Christian de Angelis

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21789 posts and counting.See all posts by admin