Aversa. Operaio aspirato dalla risonanza magnetica: emergono ulteriori dettagli

Emergono ulteriori dettagli circa l’assurda vicenda che vede coinvolto un operaio rimasto incastrato da un macchinario della risonanza magnetica dell’ospedale Moscati di Aversa, mentre era intento a lavorare nel reparto radiologia. Questo che ci apprestiamo a descrivere non è un caso di “malasanità” o “responsabilità medica” ma un più semplice, se così si può dire, caso di incidente sul posto di lavoro avvenuto all’interno dell’ ospedale.

I fatti sono questi, dopo vari approfondimenti, è emerso che un operaio di una ditta che era intento a delle riparazioni presso il reparto di radiologia, le operazioni richiedevano l’uso di una scala, questa era in metallo, le riparazioni erano in prossimità del costoso macchinario della Risonanza, che come tutti sanno è magnetica, quindi tutto ciò che è di metallo è attratto dallo stesso. Quindi intorno alle 16:00, l’operaio è finito con l’essere trascinato dal macchinario che gli impediva di liberarsi, tanto che è stato necessario l’intervento di soccorsi specializzati.

Ovviamente il personale ospedaliero è subito intervenuto a soccorrere l’operaio, congiuntamente ai vigili del fuoco, durante le operazioni di distaccamento dell’uomo dal macchinario, sono rimaste ferite altre due persone, nel frattempo l’attrazione è stata così forte che che l’operaio si fratturato una mano e sono rimasti feriti due soccorritori. L’uomo una volta liberato è stato trasferito al Pronto Soccorso per gli accertamenti e risulterebbero una frattura ad una mano e un trauma cranico.

Christian de Angelis

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21862 posts and counting.See all posts by admin