Aversa. Omicidio Vincenzo Ruggiero, Papa Francesco scrive alla famiglia del 25enne ucciso

image_pdfimage_print

Mentre si continua ad indagare per risalire a tutti coloro i quali hanno consentito che il terribile e agghiacciante omicidio avvenisse in via Boccaccio ad Aversa, intanto il dolore dei familiari cresce sempre più, perché chiedono verità e giustizia per la tragedia subita.

Maria la madre di Vincenzo, pensando a quello che è stato fatto a danno del giovane Vincenzo, suo figlio, un ragazzo che aveva davanti a sé una vita luminosa e felice, interrotta senza un vero perché scrive: “sono letteralmente disgustata amore mio come hanno potuto farti cio vita mia dammi la forza per sopportare tutto ciò”.

Ieri è stato convalidato l’arresto del complice dell’assassino Ciro Guarente, Francesco De Turris, pregiudicato vicino ad organizzazioni criminali della zona di Ponticelli, già noto alle forze dell’ordine per reati quali furti, rapine, lesioni,resistenza a pubblico ufficiale. Gli inquirenti hanno iniziato a sospettare del 51enne dopo aver notato l’intenso traffico telefonico che era intercorso tra lui e Guarente nei giorni precedenti l’omicidio del 7 luglio. Gli investigatori del Comando carabinieri di Aversa, hanno inoltre pedinato il 51enne, raccogliendo altri elementi utili, quindi lo hanno condotto in caserma mercoledì, dove l’uomo messo di fronte ai numerosi indizi a suo carico, alla fine ha ceduto confessando di aver ceduto l’arma a Ciro, essendo i due amici di vecchia data. De Turris era un vicino di casa dei genitori di Guarente a Ponticelli.

Intanto proprio ieri che per la famiglia si aggiungeva altro dolore, è arrivata una lettera dal Vaticano per la famiglia Ruggiero scritta da Papa Francesco. Ecco il testo:

“Gentile Signora Maria Esposito, è pervenuta al Sommo Pontefice Francesco, la cortese lettera inviata da Fra. Salvatore Guerra, mettendoLo al corrente della morte del giovane Vincenzo Ruggiero. Sua Santità che ben comprende il vostro dolore, non manca di essere vicino con il suo affetto paterno e la sua preghiera e mentre ringrazia la fiducia che ha suggerito il gesto di ossequio, incoraggia a continuare nell’ implorare con fede il Signore, per ottenere i doni della grazia, della speranza e della fortezza interiore. Egli affida tutta la sua famiglia alla materna protezione di Santa Maria degli Angeli. Volentieri il Santo Padre Papa Francesco impartisce la sua Benedizione Apostolica, estendendola a Vincenzo e alla sua famiglia. Le sarà comunicata in forma privata l’incontro privato con il Santo Padre a Roma. L’occasione mi è gradita per porgerle i miei più cordiali saluti. Mons. Georg Ganswein”.

Christian de Angelis

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 28598 posts and counting.See all posts by admin

Lascia un commento