Tutor truffa sulla A 16 ad Avellino, arrivano le prime sentenze di accoglimento

ricorso Respiro di sollievo per decine di migliaia di automobilisti, campani e non solo, multati per eccesso di velocità lungo il tratto dell’A16 Napoli-Canosa tra i caselli di Baiano e Avellino Ovest. Un tratto autostradale diventato ormai un incubo per gli automobilisti che, scottati, percorrono attualmente la tre corsie a passo di lumaca. Il Giudice di Pace sta accogliendo i ricorsi contro le sanzioni elevate dal sistema Tutor. 

(per approfondire WWW.ILRICORSO.IT)

I casi sono già diverse decine. Dalla scorsa primavera, infatti, il limite nella tratta è stato improvvisamente abbassato: oltre gli 80 chilometri orari scattano sanzioni salate e decurtazioni di punti. C’è anche chi si è visto ritirare la patente. I ricorsi si basano principalmentesull’omologazione degli strumenti per il rilevamento della velocità e la legittimità ad istallarli ed utilizzarli da parte di Autostrade per l’Italia. La motivazione prevalente, tra quelle riportate dal Giudice di Pace per l’annullamento delle multe, è che i misuratori della velocità non tengono conto della riduzione progressiva dei limiti che, per legge, andrebbe applicata nella redazione del verbale con percentuali progressive. In pratica, la riduzione applicata equivarrebbe solo ad un primo 5% e ciò non sarebbe legittimo. I casi contestati sono destinati sicuramente ad aumentare. (fonte otto pagine.it)

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21862 posts and counting.See all posts by admin