Sant’Arpino. Agitazione lavoratori comparto rifiuti, solidarietà amministrazione Dell’Aversana

La lotta politica a Sant’Arpino diventa ogni giorno sempre più squallida e pur di attaccare l’incolpevole amministrazione comunale, si scende a livelli bassissimi assistendo ad autentiche azioni di sciacallaggio prima sulla ricorrenza dei defunti ed ora anche sul diritto dei lavoratori a protestare. In merito al disservizio per la raccolta dei rifiuti teniamo a precisare che gli operatori ecologici a cui va tutta la nostra stima e la nostra solidarietà stanno attuando delle forme di protesta per farsi riconoscere il loro diritto ad essere pagati mensilmente così come doveroso per ogni lavoratore. Infatti nonostante il regolare mandato di pagamento emesso quindici giorni or sono dagli uffici comunali, nonostante la disponibilità di cassa, a tutt’oggi NON è stato pagato il canone alla ditta che gestisce il servizio raccolta rifiuti, a causa di problemi contabili pregressi. Precisiamo dunque ai nostri avversari politici ed alla cittadinanza che la colpa non è dell’amministrazione comunale, in quanto pur con tutti i limiti dovuti al disastroso stato economico dell’Ente, è stato dato priorità al pagamento dei servizi essenziali e quindi alla ditta che svolge il servizio di raccolta. L’amministrazione comunale in queste ore si sta adoperando affinché venga risolto il problema del bonifico da parte del tesoriere alla ditta di raccolta rifiuti e quindi il pagamento degli stipendi dei dipendenti in modo definitivo. Dagli pseudo “sindacalisti” che militano nelle liste civiche avversarie, essendo responsabili del disastro economico/contabile che vige al comune di Sant’Arpino ci saremmo aspettati attestati di solidarietà ai lavoratori e non invece attacchi gratuiti, Con la cittadinanza ci scusiamo per il disservizio, che in verità grazie alla disponibilità ed alla sensibilità degli operatori ecologici è stato molto

contenuto. Infine precisiamo che il ritardo nella partenza del Nuovo Piano Ambientale, che sta seguendo l’iter procedurale per essere approvato in consiglio Comunale, è dovuto anche a questo stato di cose che impedisce di stabilire con certezza una data sicura di partenza in quanto la raccolta differenziata deve svolgersi senza interruzione con tutte le precauzioni previste dal nuovo piano e con il coinvolgimenti di TUTTI ! Per quanta riguarda il tesoriere comunale ci stiamo adoperando per trovare una soluzione che consenta di pagare i bonifici in tempo debito. I nostri avversari politici che hanno male amministrato in questi anni, dovrebbero semmai spiegare ai cittadini la causa dei debiti enormi che hanno lasciato e la marea di mandati di pagamento che hanno inviato al tesoriere senza l’adeguata liquidità di cassa creando un CAOS infernale con enormi disservizi per tutti i cittadini.

Sant’Arpino, 12 novembre 2016.

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21830 posts and counting.See all posts by admin