Salerno. Referendum Costituzionale, ‘ragioni e proposte del NO’: convegno Comitato Famiglie

Il referendum del 4 dicembre cambierà l’Italia! Ma in quale direzione? Il governo Renzi promette una svolta che porterà maggiore efficienza e rapidità e, soprattutto, la diminuzione dei costi della politica.
Ma i cambiamenti che la riforma vuole apportare alla Costituzione prefigurano un’Italia meno democratica, che continuerà ad avere il Senato ma formato da politici nominati dai partiti e non più eletti dal popolo; che paradossalmente complica il sistema di votazione delle leggi – da 9 a 12 diverse procedure–; che toglie poteri alle Regioni su materie fondamentali per la vita e la salute dei cittadini; che produrrà un risparmio sui costi della politica ben al di sotto dei numeri favoleggiati dal governo e che si sarebbe potuto ottenere semplicemente riducendo gli attuali emolumenti ai politici.
Il Comitato “Famiglie per il NO” invita ad una riflessione sulle reali conseguenze di una riforma elaborata da un governo che, senza mandato del Parlamento a riscrivere la Costituzione, pretende di cambiarne ben 45 articoli, cioè un terzo dell’intera Carta costituzionale, oltre la metà della seconda parte.
Le ragioni del No saranno illustrate in un convegno, che si terrà giovedì 3 novembre 2016, ore 17:00 nel Palazzo della Provincia, Sala Torre – Salerno, da Simone Pillon, avvocato e membro del Comitato Nazionale “Famiglie per il NO”, e da Marco Galdi, docente di Diritto Pubblico all’Università degli Studi di Salerno. L’incontro sarà moderato da Matteo Manzo , avvocato e membro del Comitato “Famiglie per il No” di Salerno e provincia.
image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21710 posts and counting.See all posts by admin