Consorzio bonifica Basso Volturno, i sindacati: “Sindaci provvedino a pagare gli arretrati”

image_pdfimage_print

A seguito di alcune notizie apparse sui social ci preme sottolineare degli aspetti piuttosto rilevanti che riguardano le attività svolte dai lavoratori tutti del Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno.

Dopo un incontro tra i Segretari Provinciali Pasquale Campanile FLAI CGIL, Bruno Ferraro FAI CISL, Clemente Di Rosa FILBI UIL, Il Direttore Generale  Ing. Antonio de Chiara e il Commissario Straordinario Ing. Carlo Maisto relativamente alla campagna irrigua 2017 al quale ne seguiranno altri, la Dirigenza ed il Personale tutto del Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno si adoperava ad avviare tutte le operazioni propedeutiche affinchè gli impianti irrigui consortili iniziassero l’attività di irrigazione nelle campagne di Parete e nel circondario.

E’ a nostra conoscenza diretta che, nonostante vi fosse stato un incontro tenuto in Regione Campania tra il Consigliere Delegato Avv. Franco Alfieri,  il Consigliere Regionale Giovanni Zannini ed alcuni Sindaci volto a sollecitare l’inizio della campagna irrigua, tale attività rientra proprio tra quei compiti istituzionali dei Consorzi di Bonifica e pertanto l’avvio di detta campagna già era stato concordato e programmato tra le OO.SS. la Dirigenza del Consorzio e il Commissario Straordinario Ing. Carlo Maisto.

Come Organizzazioni Sindacali ci teniamo a sottolineare che al di la dei proclami e dei ringraziamenti elargiti a destra ed a manca da qualche Sindaco, chi ha consentito di avviare tale campagna irrigua sono stati indiscutibilmente i Lavoratori tutti del Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno che nonostante il grande e triste disagio che vivono quotidianamente perché vantano 9 mensilità arretrate, non si sono sottratti alle loro responsabilità e come sempre hanno profuso tutto il loro impegno affinchè si avviassero immediatamente i lavori e si potesse dare l’acqua a quelle aziende che in questo periodo sono in piena produzione agricola serricola e per la preparazione dei terreni per le colture in pieno campo.

Pertanto ai Sindaci interessati diciamo provvedete a pagare i vostri contributi come previsto dalla L.R. 4/2003 al Consorzio affinchè questi possa a sua volta pagare le spettanze ai lavoratori oltre che ad essere posto in condizioni molto più efficiente sia per le attività di difesa del suolo che per l’irrigazione e quindi a totale vantaggio dell’Agricoltura Casertana.

Ricordiamo che il debito dei Comuni nei confronti del Consorzio è di circa 30.000.000,00 di Euro e proprio il Comune di Parete nel quale insiste la centrale irrigua consortile ha un debito di circa 250.000,00.

I dipendenti ci mettono il loro impegno, La Regione Campania ci ha messo e sta mettendo il suo impegno, le OO.SS. fanno la loro parte ma i Sindaci che sono l’anello di congiunzione più importante perchè non onorano i debiti dei Comuni così come prevede la Legge regionale? Saremo attenti osservatori di tali vicende al fine di garantire i Lavoratori della bonifica e dell’Irrigazione.

Flai-Cgil, Fai-Cisl e Filbi-Uil

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 25229 posts and counting.See all posts by admin