Aversa. Deiezioni canine, arriva l’ordinanza: sanzioni per i trasgressori

La qualità della vita in città passa soprattutto per l’igiene urbana e per la corretta gestione dei comportamenti individuali, per questo l’assessore all’Ambiente Tiziana D’Aniello sta continuando a mettere a segno tasselli importanti per migliorare le politiche ambientali della città di normanna. Su suo impulso, e fortemente voluto dal Sindaco, il Comune di Aversa ha emesso un’ordinanza che dispone per i proprietari di cani di portare sempre con sé un sacchetto o paletta e di raccogliere immediatamente le eventuali deiezioni dei loro amici a quattro zampe. La raccolta delle deiezioni dei propri animali è doverosa sia per ragioni di decoro che di igiene, per i trasgressori sono previste sanzioni dai 25€ ai 150€. Inoltre la scorsa settimana la Giunta ha approvato di istituire la raccolta degli abiti usati poiché attualmente in Italia viene riciclato solo il 12% dei rifiuti tessili, invece la raccolta degli indumenti usati, attraverso i cassonetti disponibili su l territorio comunale, si potrebbe tradurre nello smaltimento del prodotto con benefici per l’ambiente e ridistribuzione delle risorse.

Di recente la commissione Ambiente su proposta dell’assessore ha già approvato l’adesione all’Ente d’ambito territoriale di Caserta, l’adesione al nuovo Patto dei Sindaci che prevede da parte delle amministrazioni l’impegno ad agire per raggiungere entro il 2030 l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra e ad adottare un approccio congiunto all’integrazione di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici. L’assessore ha portato all’attenzione della commissione ambiente il Regolamento sul compostaggio domestico, votato all’unanimità, il che consentirà a tutti i cittadini di contribuire attivamente alla riduzione della frazione organica. Nella seduta del 28 novembre sempre su impulso dell’assessore ha approvato anche lo strumento normativo che permette la manutenzione di aree verdi urbane da parte di soggetti terzi, al fine di salvaguardare il territorio e di attivare la partecipazione cittadina messo in campo dall’Assessorato all’Ambiente: il Regolamento per l’affidamento senza fini di lucro a soggetti pubblici e privati di spazi destinati a verde pubblico prevede che Associazioni, enti o privati cittadini possano adottare e prendersi cura di un’isola verde. Entrambi i regolamenti dovranno poi essere approvati definitivamente dal Consiglio Comunale.

“L’iniziativa – sottolinea l’assessore- vuole mantenere, conservare e migliorare le aree a verde in maniera ottimale anche attraverso la partecipazione diretta e senza fini di lucro dei cittadini, facendo propria una reale volontà manifestata da soggetti privati associazioni di partecipare al miglioramento della città”. Gli interessati all’iniziativa, potranno far richiesta di affidamento, fermo restando che dovranno assumersi gli oneri della manutenzione e dell’abbellimento delle aiuole. Il soggetto che “adotterà” l’aiuola avrà la facoltà di pubblicizzare la sua “adozione” tramite collocandovi uno o più cartelli informativi. Tali cartelli, riporteranno il logo del Comune ed il logo della ditta che si farà carico della manutenzione. L’Assessore D’Aniello ha illustrato così le finalità ed i contenuti delle iniziative: “In tema di igiene rispettare le regole aiuta a far superare ogni forma di intolleranza verso la presenza degli amici a quattro zampe nella nostra città, raccogliere le deiezioni del proprio cane costa poca fatica, ma dimostra molto senso civico. Anche sul fronte del riciclo abbiamo molto da fare, se incentivata e ben condotta, la raccolta potrebbe arrivare a stabilire un ciclo virtuoso, che consentirebbe risparmi di acqua e risorse, così come l’uso delle compostiere consente la trasformazione del rifiuto in un ottimo fertilizzante, si contribuisce al miglioramento delle caratteristiche fisiche del terreno riducendo l’uso di concimi chimici e pesticidi. L’iniziativa per adottare spazi verdi serve a sensibilizzare i cittadini alla cura del verde pubblico e, nel contempo, ad avviare un programma di riqualificazione urbana ed ambientale, mediante la

sponsorizzazione gli interessati all’iniziativa, potranno far richiesta di affidamento, fermo restando che dovranno assumersi gli oneri della manutenzione e dell’abbellimento delle aiuole. In questo modo si permetterà la creazione e la manutenzione del verde, migliorandone l’aspetto e soprattutto assicurandone la cura e la custodia, consentendo allo sponsor di accreditare positivamente il proprio marchio, anche nelle aiuole configurate a “rotatorie”, presenti sull’intero territorio comunale.” In questi giorni sono stati inoltre completati i lavori di manutenzione eseguiti al parco Balsamo e sono stati avviati interventi di recupero del verde del parco Grassia.

Sull’operato del settore ambiente il Sindaco Enrico de Cristofaro si è espresso in questi termini: “ All’assessore D’Aniello non può che andare il mio apprezzamento per le importanti iniziative che sta mettendo in atto, voglio ricordare che come amministrazione abbiamo restituito alla città il Parco Pozzi e stiamo riuscendo a tenerlo in buone condizioni con interventi di pulizia e manutenzione, così come stiamo restituendo agli aversani i parchi “Balsamo” e “Grassia” con un lavoro molto importante svolto con il contributo anche dei consiglieri comunali. La sinergia con l’assessore D’Aniello è ottima, anzi voglio sottolineare l’impegno che ha messo in campo per la pulizia delle strade, sia in centro che nella periferia, individuando anche alcune zone dove l’igiene era decisamente carente ed intervenendo prontamente. L’assessore sta anche seguendo un meritorio progetto per coinvolgere talune categorie disagiate nel servizio di igiene urbana, e numerosi altri interventi che valuteremo, come sempre, nel confronto con tutte le forze politiche della coalizione al fine di trovare le soluzioni migliori per Aversa.

image_print

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 21862 posts and counting.See all posts by admin