Biofilm: progresso green ed eco – sostenibile

Sempre maggiore è l’attenzione rivolta all’ambiente, con riflessioni importanti in merito allo stile di vita della società odierna che sembrerebbe non preoccuparsi abbastanza di quel che la circonda.

Frequenti sono, negli ultimi anni, i tavoli di confronto per cercare soluzioni che possano ridurre l’inquinamento, la plastica che affolla le acque dei mari a discapito dei pesci e dell’ecosistema e, soprattutto, la ricerca incessante di soluzioni alternative che possano favorire il progresso senza arrecare ulteriori danni all’ambiente.

A tal proposito, soprattutto quando si parla di packaging e di imballaggi, si sta sempre più affermando e diffondendo l’utilizzo di materiali provenienti da fonti rinnovabili, come i biofilm.

Per ricevere maggiori informazioni in merito alle shopper ed ai prodotti ecosostenibili è possibile richiedere una consulenza, come la consulenza biofilm Celvil, così da capirne a pieno i vantaggi e per l’elaborazione di strategie ed offerte pensate e create ad hoc.

Cosa è la bioplastica?

I prodotti conosciuti come bioplastiche sono un insieme di plastiche di origine rinnovabile, biodegradabili e compostabili. Ad oggi, risultano essere un’ottima soluzione per sostituire la plastica tradizionale.

Tra le bioplastiche, le cui caratteristiche sono state particolarmente apprezzate, vi è il Poly – Lactic Acid (l’acronimo è PLA), ossia un acido polilattico.

Si tratta di un biopolimero derivato dalla trasformazione del mais, delle patate, delle barbabietole ed altri prodotti di origine completamente naturali e vegetali, pertanto rinnovabili e che non hanno alcun legame con il petrolio.

La pellicola di PLA si presenta con caratteristiche estetiche in grado di soddisfare i gusti e le richieste del cliente finale. Oltre ad essere biodegradabile e, quindi, amica dell’ambiente, è possibile personalizzarla con loghi ed immagini aziendali. Insomma, si tratta di una strategia marketing che si sviluppa nel pieno rispetto ambientale.

Cosa è il packaging?

Con il termine packaging si è soliti indicare l’imballaggio, ossia un elemento indispensabile per contenere e proteggere merci di varia natura ed anche cibi ed alimenti.

Il packaging alimentare è tra i settori contraddistinti da un’elevata attenzione alla sostenibilità dei materiali utilizzati ed al loro smaltimento.

Nel caso specifico del settore in analisi, la pellicola alimentare biodegradabile è utilizzata per la produzione di shopper e sacchetti per la spesa indicati per l’utilizzo preposto, in quanto sono particolarmente resistenti e, dal punto di vista aziendale, anche personalizzabili. Per questo motivo, non sono soltanto semplici oggetti, bensì punti fondamentali per una strategia comunicativa che nasce e si sviluppa in osservanza alle politiche green ed ecosostenibili.

Perché è importante utilizzare materiale eco – sostenibile?

Naturalmente, come già scritto, l’ambiente potrebbe trarre benefici se si optasse per un maggiore utilizzo di materiali ecosostenibili.

Ma non solo. L’utilizzo di bioplastica, soprattutto, nel settore alimentare potrebbe apportare migliorie allo stato di salute generale in quanto non si utilizzerebbero più prodotti derivanti dal petrolio per contenere e proteggere gli alimenti.

Queste sono soltanto alcune delle motivazioni alla base degli studi, delle innovazioni e dell’introduzione della bioplastica.

Affinché si raggiungano degli ottimi risultati nella diffusione e nell’utilizzo del suddetto materiale, è molto importante il ruolo delle aziende.

Sempre crescente è la percentuale delle industrie, piccole e grandi, che scelgono di utilizzare e quindi promuovere l’utilizzo e l’impiego di materiali di origine naturale e vegetale.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 70280 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: