La Storia di Aversa e dell’Agro. Quando a Santo Stefano si comprava il maialino

Tradizioni oramai perse sia nella sostanza che nei ricordi e se stamane non mi avesse chiamato l’amico Franco Musto non me ne sarei ricordato nemmeno io.

Nei secoli scorsi e fino a quando siamo stati una comunità rurale ed agricola, il giorno di Santo Stefano, era usanza Aversana e dei paesi dell’agro, recarsi a Capua per comprare il maialino da crescere e poi macellare quando diventava grande. Santo Stefano primo Martire è co-patrono della Città di Capua insieme a Sant’Agata e l’acquisto del suino era una usanza religiosa. La fiera di Capua si è tenuta per secoli fino al 1991 dove poi è scomparsa per logici motivi.

Crescere il maiale era parte della nostra tradizione antica, rurale ed agricola. Una volta ingrassato e cresciuto, il maiale veniva macellato in casa e non si buttava via niente. Le sue carni servivano a sfamare la famiglia durante l’anno.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 70263 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: