Maddalena Sorano a Casaluce: Ianniello sarà al suo fianco per un film

Decisa, appassionata, capace. Maddalena Sorano, scrittrice affermata e sceneggiatrice, nei giorni scorsi ha deciso di visitare Casaluce e di incontrare Francesco Ianniello. Quest’ultimo, giovane casalucese, è stato scelto – assieme a Massimo Battiato – dalla Sorano come regista di un film che nascerà dal suo ultimo romanzo “Ardua la solitaria”.

“Bravo, preciso, in gamba”, così la scrittrice descrive Ianniello, ventunenne di Casaluce che sta studiando sceneggiatura ed ha studiato regia cinematografica a Napoli.

Il film, ambientato negli anni 60/70, sarà girato a Pedara (Catania). Pipitone Angelo, proveniente da Marsala e residente a Ravenna, incarnerà l’attore principale. Da circa vent’anni collabora con personalità importanti dello spettacolo e quest’anno, a Sanremo, ha ricevuto un importante premio.

“Il film mostrerà – spiega la Sorano – le peripezie affrontate da una ragazza che per svincolarsi da regole sociali limitanti che la famiglia voleva imporle, le disfa tutte e va via di casa in giovanissima età. Un percorso di formazione che racconta le vicende di una ragazza nata alla fine degli anni ‘50 in una famiglia contadina che considerava l’istruzione delle donne non importate. La protagonista scredita tutte le regole sociali e, per l’epoca in cui si svolsero i fatti, fa una scelta forte che la pone in una condizione di emarginazione dal gruppo sociale. Le peripezie di Ardua si manifestano già dal nome, che il padre all’anagrafe erroneamente la registra col nome Ardua anziché Adua. Questo da subito indirizza il percorso di formazione che la ragazza deve affrontare.”

“Ardua tuttavia – spiega la scrittrice – ha una qualità che l’aiuta a sopportare le varie ostilità con estrema leggerezza: la sua innata ironia. Ardua, per riappropriarsi del diritto alla libera espressione di sé, continua gli studi e si laurea in Economia e Commercio. Anche con il percorso accademico, che per l’epoca era appannaggio dei maschi, vuole rimarcare il fatto che una donna è esattamente alla pari di un uomo. Dopo la laurea si candida per un posto vacante come direttore di banca a Pineto, il paese che ama in modo viscerale. Ma per avere una possibilità è costretta ad accettare un master allo Stock Exchange di New York, dove impara benissimo il lavoro di agente in titoli che le permetterà di diventare ricca partendo da una condizione di indigenza sopportata per molti anni. Ma il suo essere sovversivo la porta ad andare contro la legge e a finire in galera, dove riesce a fare pace con sé stessa e a cambiare la sua interiorità”.

Maddalena Sorano nasce in provincia di Caserta ma vive da circa quarant’anni in provincia di Milano. Mamma, donna, professionista, nel 2013 pubblica “Il matto”, frutto di una ricerca spirituale condotta in seguito a un periodo di allontanamento da qualsiasi credo. Nel 2015 pubblica “Sentieri di sale”, opera di fantasia edita da MonteCovello, e nel 2019 “Ardua la solitaria”. La scrittrice e sceneggiatrice a Casaluce, inoltre, è stata omaggiata con un riconoscimento dal Comune che l’ha definita una donna di cultura e un esempio tutto al femminile.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 65633 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: