Previdenza, De Lise: “Sia moderna, flessibile e a misura di professionista”

“La previdenza deve cambiare volto e adeguarsi ai tempi che stiamo vivendo. I vecchi criteri di intervento sono poco utili; più opportuno sarebbe invece ragionare su nuovi criteri di assegnazione di bonus e misure assistenziali, valutando le differenze tra i redditi degli ultimi anni. Si dovrebbero, inoltre, cominciare a prendere in considerazione le disuguaglianze di fatturato tra i professionisti di Nord, Centro e Sud e parametrarle sul reddito medio del territorio di competenza. Viviamo un periodo cruciale, il prossimo anno sarà assolutamente decisivo per la sopravvivenza di migliaia di professionisti. Siamo convinti che, in quest’ottica, l’operato della Cassa di previdenza possa determinare il futuro della nostra generazione. Il lavoro dell’Unione in questo ambito è molto forte, avanziamo costantemente proposte che abbiano un senso nei numeri, e per questo devo ringraziare la nostra commissione dedicata alla previdenza, prima in Italia ad essere istituita da un’associazione di categoria”. Lo ha detto Matteo De Lise, presidente dell’Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili, aprendo il webinar “L’evoluzione della previdenza ed assistenza dei dottori commercialisti: prospettive e scenari futuri”.

Walter Anedda, presidente Cnpadc, ha evidenziato: “La Cassa ha deciso di mantenere negli ultimi mesi i nervi saldi, facendo una scelta molto chiara: no agli interventi a pioggia nei confronti dei colleghi, ma azioni mirate. Abbiamo affrontato gradualmente i problemi, cercando di aiutare il maggior numero possibile di colleghi”.

“In questo periodo di emergenza Covid abbiamo continuato a ricevere istanze da parte dei colleghi e, di recente, abbiamo cercato di mettere insieme le idee in un unico documento”, ha evidenziato Maria Caputo, delegata Cnpadc. “Alcuni obiettivi sono stati già raggiunti, ma adesso occorre continuare a lavorare per costruire le linee programmatiche del futuro”.

Al webinar coordinato da Teresa Zambon, presidente Commissione Cassa di Previdenza e Welfare Ungdcec, sono intervenuti anche Ettore Perrotti, presidente Odcec L’Aquila e Sulmona; Marilù Fragalà, segretario Commissione Cassa di Previdenza e Welfare Ungdcec; Maurizio Renna, presidente Collegio dei Probiviri Ungdcec.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 64773 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: