Ryanair Limited, rimborso biglietto per motivi di salute, le novità di SosViaggiatore.it

A tal proposito ti raccontiamo una sentenza pronunciata a marzo 2020. Di seguito la sequenza degli avvenimenti.

Hai problemi di salute che non ti permettono di imbarcarti sul volo acquistato? Puoi richiedere il rimborso!

La compagnia aerea irlandese si rifiutava di pagare una viaggiatrice che non poteva più viaggiare a causa di un ricovero all’ospedale per una colica addominale.

I passeggeri, marito e moglie, hanno portato la compagnia aerea in giudizio a seguito dell’impossibilità di fruire dei voli.

Dopo aver comunicato e richiesto in via stragiudiziale la restituzione della somma del prezzo del biglietto di circa 600 € alla compagnia aerea e non aver ottenuto nessun riscontro si sono rivolti a sosviaggiatore.it che ha provveduto, tramite i suoi avvocati, a portare in giudizio la compagnia aerea affinché la stessa fosse condannata al pagamento in loro favore della somma di circa 600 € oltre alle spese di lite.

La prova testimoniale ammessa dal Giudice di Pace

Per dimostrare l’impossibilità sopravvenuta l’avvocato degli attori aveva richiesto prova testimoniale che era stata ammessa dal giudice.

Dopo aver espletato la prova testimoniale il giudice riteneva la causa matura per la decisione e la rinviava a sentenza.

La domanda degli attori è stata ritenuta fondata dal giudice di pace che ha applicato il decreto legislativo 23/5/2011 numero 79 codice del turismo, il quale prevede che il passeggero costretto ad annullare un contratto di viaggio per “fatti sopraggiunti non imputabili” possa ottenere il rimborso di tutte le somme versate.

Difatti, questi ultimi sono dei fatti imprevisti ed imprevedibili, avvenuti sia al diretto interessato che a persone terzi a lui vicine, che ne impediscono la partenza. Riguardano un’improvvisa malattia, un incidente, il lutto di un congiunto, un qualsiasi evento grave avvenuto in seguito alla prenotazione del viaggio. Secondo la normativa, dunque, il passeggero che si vede costretto a recedere da un contratto di viaggio, può ricevere un rimborso volo per motivi di salute, senza eccezioni.

Stipulare un’assicurazione che copre tutte le penali di annullamento del volo è importante perché, nel caso in cui il passeggero debba rinunciare al volo non avrà alcun problema a recuperare ciò che ha pagato per l’acquisto del biglietto aereo. Capita spesso che, se il contratto non prevede un’assicurazione, la compagnia aerea faccia orecchie da mercante e rigetti la richiesta legittima del passeggero di ottenere un rimborso per motivi di salute.

L’articolo 945 del decreto legislativo 96 del 9 maggio 2005 è chiaro e recita: “Se la partenza del passeggero è impedita per causa a lui non imputabile, il contratto è risolto e il vettore restituisce il prezzo di passaggio già pagato”. È quindi obbligo della compagnia, rimborsare il passeggero dell’intero costo del biglietto da lui pagato, anche nel caso in cui non vi sia un’assicurazione.

L’articolo 945 non presenta un elenco chiuso di casi ammessi, ma si riferisce in generale alle situazioni in cui la partenza del passeggero è impedita a causa a lui non imputabile. Si tratta, quindi, di una casistica aperta orbene, è innegabile che lo stato di malattia del viaggiatore rientra tra i casi in cui la partenza è impedita per cause non imputabili all’acquirente del titolo di viaggio.

In che modo viene dimostrata la malattia del viaggiatore

Ciò premesso, gli attori hanno dimostrato attraverso il certificato medico di ricovero che il giorno prima della partenza la signora ha avvertito un improvviso e lanciante dolore tanto che fu necessario richiedere ricovero urgente in ospedale dove le venne diagnosticata una colica addominale con riduzione spontanea. A causa di ciò la stessa fu sottoposta a terapia farmacologica.

Orbene, l’improvvisa malattia della signora costituisce sicuramente un motivo di salute che dà diritto alla stessa e al suo nucleo familiare ad ottenere dalla convenuta Ryanair il rimborso dell’importo di euro 600 corrisposto per l’acquisto dei biglietti.

Decisione del Giudice di Pace contro Ryanair

La compagnia Ryanair DAC è stata condannata al pagamento in favore degli attori della somma di euro 600 oltre interessi al tasso legale.

Il giudice di pace accoglieva la domanda attoria e per l’effetto condannava la Ryanair in persona del suo legale rappresentante pro tempo al pagamento in favore dei signori della somma di euro 600 oltre gli interessi fino a reale soddisfo nonché al pagamento delle spese di giudizio che liquida in complessivi euro 450 all’avvocato.

Come avviare la procedura di rimborso viaggio per motivi di salute

Se a causa di una malattia vuoi ottenere il rimborso per motivi di salute puoi rivolgerti a Sos Viaggiatore che senza alcun anticipo provvederà a farti ottenere il rimborso dalla compagnia aerea o dal tour operator che te lo ha negato.

Ecco le compagnie aeree che rimborsano il biglietto aereo per motivi di salute

Puoi richiedere direttamente il rimborso dei biglietto aereo, cliccando di seguito sulla compagnia aerea d’interesse:

Print Friendly, PDF & Email

Sos Utenti Consumatori

Sos utenti consumatori è un’associazione di volontariato senza fini di lucro a base democratica e partecipativa che persegue esclusivamente obiettivi di solidarietà sociale. Numero verde: 800.177.569 - 081.503.23.22 - 3285546306

sosconsumatori has 16 posts and counting.See all posts by sosconsumatori

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: