Povertà, Rostan: “Da Recovery Fund, risorse per minori”

“I minori sono quelli che stanno pagando più duramente l’emergenza economica post- covid. All’attenzione della Presidenza del Consiglio ci sono circa 130 progetti su come impiegare le risorse del ‘Recovery Fund’ e io ritengo che debba essere individuato un Fondo apposito per sostenere oltre un milione di minori che vivono sotto la soglia di povertà e altrettanti che vivono in famiglie nelle quali uno o entrambi i genitori hanno perso il posto di lavoro in seguito all’emergenza sanitaria. Dobbiamo garantire loro il diritto allo studio, a servizi sociali efficienti e tempestivi, a poter fronteggiare la cosiddetta povertà digitale che rischia di essere un fattore discriminante insormontabile. Se vogliamo evitare un disastro sociale ampiamente annunciato dobbiamo aiutare quelli che il Focus Censis-Confcooperative ha individuato come gli ‘acrobati della povertà’ potendo contare sullo Stato e sull’Europa. Il Recovery Fund dovrà essere un’opportunità per tutti, nessuno escluso”. Queste le parole della vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera ed esponente di Italia Viva,  Michela Rostan.

“Con il Family act – prosegue la deputata di Italia Viva – abbiamo dato  una prima risposta importante alle famiglie italiane in termini di servizi e assistenza. Adesso però dobbiamo pensare a milioni di invisibili, figli di lavoratori a nero, saltuari, precari. Parliamo di un milione di famiglie che vivono di lavoro irregolare che è venuto meno con l’emergenza cvid-19 e sono rimaste senza alcuna forma di tutela per i loro figli. Un Paese che vuole investire nel capitale umano deve provvedere prima di tutto a risolvere queste emrgenze”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 63445 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: