Come ripristinare l’equilibrio della flora batterica con gli integratori alimentari

L’intestino è l’organo del corpo umano che si occupa di svolgere una funzione fondamentale per l’assorbimento dei nutrienti ed è la sede di importanti cellule immunitarie. Per fare accuratamente il proprio dovere, questo tratto dell’apparato digerente deve avere un microbiota equilibrato e sano, ovvero una flora batterica costituita da microrganismi in grado di assolvere alle varie funzioni.

Si tratta dei cosiddetti “batteri buoni”, che contrastano il proliferare di quelli dannosi e mantengono in salute l’intero sistema. Alimentazione scorretta, uso di antibiotici o predisposizioni genetiche potrebbero alterare questo equilibrio: è in queste occasioni che risulta necessario ripristinarlo in modo efficace quanto prima.

In tal senso, l’assunzione di integratori alimentari appositi, come per esempio quelli Neovaxitiol, possono essere un valido alleato. Per risparmiare sull’acquisto di questi rimedi, è possibile acquistare i prodotti Neovaxitiol in offerta sul web, presso i siti delle migliori farmacie online del settore, come per esempio Farmacia Loreto Gallo.

L’azione degli integratori alimentari sull’intestino

Prodotti come quelli della linea Neovaxitiol contengono tutti gli elementi necessari al corretto sostentamento di una flora intestinale ideale, tra cui i probiotici.

Si tratta di batteri della famiglia dei lactobacilli, dei bifidobatteri e degli streptococchi. Tali microrganismi innanzitutto metabolizzano gli zuccheri presenti nei latticini, ma promuovono anche la produzione di immunoglobuline, fondamentali per l’intero sistema immunitario. Sono quindi adibite non solo a riportare l’intestino alle condizioni ottimali, ma a impedire agli attacchi esterni dei patogeni di fare danni irreparabili.


A completamento di un buon integratore alimentare, però, vengono inserite anche le vitamine del gruppo B, di estrema importanza per catalizzare l’azione degli enzimi. La carenza di questa vitamina, infatti, è uno dei fattori che porta a malattie infiammatorie quali la colite e il morbo di Crohn, ma anche a stipsi, alterazioni del senso dell’appetito e secchezza di cute e capelli. Se con l’alimentazione non si riesce a sopperire a tale fabbisogno, può essere utile integrarla assieme ai fermenti lattici in una formulazione completa che supporti l’intestino.


Altri elementi fondamentali sono le fibre, che favoriscono non solo il corretto transito intestinale, ma anche l’incremento della produzione dei probiotici, la metabolizzazione degli zuccheri nel sangue e la riduzione dell’assorbimento delle sostanze grasse.

Benessere intestinale: alimentazione, buone abitudini e attività fisica

Ovviamente, è importante affiancare agli integratori un’alimentazione equilibrata e corretta. Per il benessere della flora intestinale, ad esempio, vanno assunti regolarmente frutta, verdura e cibi integrali ricchi di fibre e vitamine, ma va anche prestata estrema attenzione all’idratazione, che aiuta a metabolizzare meglio tutti questi nutrienti.

L’eccesso di zuccheri e grassi è notoriamente dannoso per l’intero organismo e il sistema gastrointestinale non fa eccezione perché può reagire, come visto, con stati infiammatori anche importanti e malassorbimenti. I segnali d’allarme sono stipsi o diarrea, ma anche dolori e crampi che possono cronicizzarsi col passare del tempo.

Ricorrere agli integratori può quindi essere un valido aiuto, soprattutto se associati ad una dieta sana. Solitamente, l’impiego è legato a periodi di tempo limitati, perché viene volto a ripristinare una condizione di normalità momentaneamente alterata.

Nel caso dei probiotici, per agire in maniera più determinante andrebbero assunti a stomaco vuoto, così da essere assimilati più facilmente e velocemente dall’organismo. Se si è intolleranti a lattosio o glutine, sarà sempre bene prestare attenzione agli ingredienti e scegliere formulazioni che non ne contengano.

È bene anche ricordare che nel caso di abuso di alcool o fumo, invece, sarebbe di estrema importanza provare a limitarne – o meglio ancora eliminare – il consumo. Infine, non va trascurata nemmeno l’attività fisica, perché una corretta funzionalità del sistema cardiocircolatorio è componente essenziale anche del benessere dell’intestino.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 63445 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: