Striscioni di protesta contro la chiusura delle stazioni della Circumvesuviana

Nella mattinata di oggi il Comitato Riapriamo la Circum ha affisso, sulla tratta Napoli – Sorrento, degli striscioni contro la decisione dell’Eav di chiudere una decina di stazioni a tempo indeterminato che, dicono, “è giustificata dalle norme anti-Covid ma, in realtà, è solo una toppa per coprire i disastri della gestione EAV. Gli striscioni sono una forma di dissenso nostra e dei cittadini che ci appoggiano in questa battaglia”.

“Gli utenti, i passeggeri e i lavoratori – continua il Comitato in un comunicato posto sulla loro pagina ufficiale facebook –  si sono stancati di subire le conseguenze di tutte le politiche fittizie volte al risparmio, di vedere in TV passerelle politiche che esaltano una qualità che ormai questa linea ferroviaria ha perso da decenni e che tuttora continua a decadere, tra degrado e malfunzionamenti, mentre in parallelo si annunciano nuovi progetti che non verranno mai completati”.

“Non saranno certo degli striscioni posti in quattro delle stazioni chiude a far cambiare idea al signor Umberto De Gregorio – concludono dal comitato – ma, ci prenda un parola se diciamo che questo non è altro che l’inizio di una lotta popolare che non cesserà finché le nostre richieste non verranno ascoltate”.

Gli striscioni sono stati affissi nelle stazioni di Via dei Monaci e via del Monte di Torre del Greco, Miglio d’oro (Ercolano) e Cavalli di Bronzo (San Giorgio a Cremano).

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 66962 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: