Zona rossa Mondragone, Caldoro: “Responsabilità sono di chi ha parlato di lanciafiamme senza fare nulla”

“Tasse ed imposte vanno tolte per almeno due anni. Serve, in questo momento, liquidità per le imprese e le famiglie. Si sente parlare di piani con milioni di risorse e poi non arriva nulla ai cittadini. La strada è quella della fiducia nelle imprese e nei commercianti. Bisogna garantire finanziamenti a fondo perduto e pagare i debiti della Pubblica Amministrazione”. Lo dice Stefano Caldoro, capo della opposizione di centrodestra in Consiglio regionale e candidato presidente in Campania, al Tg4, rispondendo ad una domanda sulla tassazione dei conti correnti. 

Sulle elezioni regionali Caldoro ha poi detto “il Presidente Silvio Berlusconi e’stato chiaro. Il centrodestra ha diverse sensibilità ma è unito. Ci sono idee chiare sulle leadership, che andrà a chi avrà più consenso, e c’è unità sul programma, sulle proposte. Dall’altra parte si registra un grande imbroglio, chi è unito a Roma si divide nei territori, capita perché non c’è un progetto e perché manca una visione”.

Nella parte finale Caldoro ha poi parlato di Mondragone. “C’è una emergenza locale e sanitaria. Il centrodestra è interessato alla soluzione dei problemi dei cittadini di Mondragone. De Luca – ha detto rispondendo ad una domanda – cerca responsabilità ed attacca Prefetti e Questori, gli uomini delle forze dell’ordine. A loro va invece la mia solidarietà ed il ringraziamento per quanto stanno facendo. Le responsabilità non si cercano nel passato, sono di oggi e sono di chi parlava di lanciafiamme e non si accorgeva che esplodeva un pericoloso focolaio”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 62043 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: