Bacoli. Della Ragione: “Spiagge ancora chiuse. Assistenti civici? Una barzelletta”

“A Bacoli non ci sono spiagge libere, ma ce ne sono tantissime a Miseno, Miliscola, a Marina Grande, compresa Spiaggia Romana. Se per un imprenditore balneare è difficile organizzarsi, immaginate per un Comune in dissesto e senza personale”. Sono le parole del sindaco di Bacoli, Josi Della Ragione, intervenuto al Tg Club – Speciale Coronavirus in onda su Tele Club Italia.

Il primo cittadino del comune flegreo ha chiarito, ancora una volta, la sua posizione in merito alla decisione di chiudere le spiagge dal 30 maggio al 2 giugno. Attraverso un comunicato, poi pubblicato anche sui canali social, il sindaco Della Regione aveva manifestato la sua preoccupazione sulla possibilità di verificarsi assembramenti in spiaggia. Ma non è tutto. Perché oltre al rischio che le spiagge vengano prese d’assalto da residenti e non solo, come è accaduto nel week-end, si aggiunge anche un altro problema di natura amministrativa.

“Ci è stato comunicata l’ordinanza regionale lo scordo 22 maggio, alle ore 23, avendo gli uffici comunali chiusi sabato e domenica. Lunedì abbiamo iniziato a verificare le app utili, a coinvolgere i volontari e preparare le postazioni. Se per un imprenditore balneare è difficile organizzarsi, immaginate per un Comune in dissesto senza personale”.

Nell’ordinanza regionale è stabilito, oltre l’obbligo di distanziare gli ombrelloni e lettini, di garantire l’accesso contingentato e le prenotazioni online. “La prenotazione serve per sapere chi è in spiaggia – aggiunge Della Ragione nel corso della trasmissione – . La ratio è anche corretta: se un cittadino risulta positivo e precedentemente era stato in spiaggia, allora dobbiamo fare i tamponi a tutti coloro che erano presenti in quel momento”.

La riapertura delle spiagge

Le spiagge a Bacoli, libere o private che siano, riapriranno dal 2 giugno. “Mi sento responsabile  – aggiunge  – poiché sento questo dovere morale, per cui non posso aprire le spiagge ora. Permetteremo però le passeggiate in battigia, sia pubbliche che private. Fatta eccezione per i privati che riusciti a mettere in piedi questo sistema”.

Dal fine settima successivo si potrà andare in spiaggia solo su prenotazione. “Ci stiamo organizzando in questa direzione. Qualcuno ha pensato che fosse una mia decisione. Va bene, non ho timore di assumermi responsabilità, ma è una disposizione regionale. Sono un sindaco che prova a difendere la comunità dopo tre mesi di grande sacrificio. Voglio segnalare che nell’area flegrea, sono stati registrati 3 casi a Pozzuoli poco fa. A Bacoli abbiamo registrato qualche caso positivo. Quindi c’è una battaglia ancora da vincere”

Assistenti civici

Da giorni non si fa altro che parlare degli assistenti civici in Italia. Secondo Josi Dalla Ragione “sono una barzelletta. Mica possiamo mettere un cittadino a fare il poliziotto? Non possiamo mettere in difficoltà un volontario. Ho utilizzato gli assistenti civici per portare i pacchi alimentari a casa”.

Il primo cittadino, intanto, ha già mandato una nota alla Prefettura e alla Questura per richiedere maggiori controlli soprattutto nell’area flegrea e in vista della riapertura delle spiaggia di controllare se le prenotazioni sono state effettuate dai cittadini.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 62326 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: