Fondi comuni di investimento. Cosa sono e come investire

Di questi tempi trovare un buon modo per investire il capitale a propria disposizione è un argomento particolarmente scottante. Tra le varie opportunità i fondi comuni di investimento rappresentano alcuni tra gli strumenti più interessanti. Da un lato infatti offrono un rischio abbastanza basso, inoltre consentono anche al “comune mortale” di approfittare dell’esperienza delle società di gestione del risparmio, ottenendo così buone probabilità di successo. Certo, nessuno ci può assicurare il guadagno, soprattutto in questo periodo storico, ma i fondi comuni di investimento permettono di avere una certa tranquillità: il capitale è dato in mano a soggetti esperti del settore, che offrono ottime opportunità.

Come funziona un fondo comune
Il linea generale si può investire in fondi in due modalità principali: il PAC o il PIC. Si tratta di due acronimi, che stanno per Piano di accumulo di capitale e programma di investimento del capitale. Nel primo caso l’investitore da mandato all’istituto di credito in modo da investire con una precisa scadenza una piccola quota del capitale nel fondo prescelto, o nei vari fondi selezionati; nel secondo caso si effettua l’investimento con un singolo versamento. La cadenza del PAC è decisa dal cliente, così come la somma da investire. Per quanto riguarda il PIC è possibile anche aggiungere ulteriore capitale nel tempo.

I fondi Sicav
Nei comuni fondi di investimento l’investitore affida completamente il proprio capitale alla società di gestione del singolo fondo (o anche di numerosi fondi diversi tra di loro). C’è chi apprezza questa formula in quanto permette di limitare al minimo possibile la propria attività di investimento: la società di gestione del fondo decide come investire, solitamente seguendo una linea che comunica periodicamente ai partecipanti. Chi desidera invece avere maggiore voce in capitolo può avvicinarsi ai fondi sicav. Si tratta di vere e proprie società per azioni, volte a investire il capitale raccolto. Il cliente possiede quindi delle quote, sotto forma di azioni. Può quindi godere di tutti i diritti di un azionista, partecipando ad esempio con il proprio diritto di voto all’interno del consiglio della società stessa.

Trovare dei fondi di investimento
Per poter inserire il proprio capitale in questo ambito è ovviamente fondamentale trovare dei fondi comuni di investimento sicuri e che diano un buon ritorno economico nel corso degli anni. L’offerta è oggi molto ampia, parlando ovviamente dei soli fondi comuni e sicav approvati dalla Consob a da altri organismi di controllo. Il cliente solitamente sceglie valutando il possibile rischio futuro; tra le caratteristiche di un qualsiasi fondo è infatti disponibile anche la politica degli investimenti che saranno effettuati nel tempo. Esistono infatti fondi comuni azionari, obbligazionari, bilanciati o monetari; a seconda della definizione il cliente può quindi sapere, già in partenza, come saranno investiti i suoi fondi nel corso degli anni a venire.

Sono considerabili come forme di previdenza?
Una particolare tipologia di fondi comuni di investimento è rappresentata dai fondi pensione, che sottostanno a un regolamento differente da quello dei fondi comuni. Si tratta di forme di previdenza aggiuntiva rispetto a quella classica, che quindi in futuro si sommeranno al trattamento pensionistico, per chi ne possiede già uno. I fondi pensione sono più vincolanti rispetto ai fondi comuni di investimento, per questo molti investitori li prediligono.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 60893 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: