Cesa. Caso banco alimentare, minoranza: “A nobili proposte una ignobile risposta”

“In questi giorni molto tristi e sofferti, tanti psicologi affermano che la grande paura del “Covid-19” renderà tutti più buoni in futuro, ma a giudicare dalla risposta “pepata” degli esponenti della maggioranza, quest’auspicio appare ancora molto lontano. Stiamo ricevendo tantissime richieste e sollecitazioni d’aiuto da parte di persone che vivono, oltre alla crisi sanitaria, una sempre più grave crisi economica e, in qualità di consiglieri comunali, non smetteremo mai di avanzare proposte concrete nell’interesse dei cittadini. La richiesta di incremento del banco alimentare era preceduta dalla seguente premessa: “… con assoluto spirito costruttivo e di servizio alle istituzioni e consapevoli delle difficoltà del momento che stiamo vivendo…” e proseguiva con due proposte a favore delle fasce più deboli. Se, come affermato dai consiglieri di maggioranza, le stesse sono state già rafforzate (banco alimentare) o sono in itinere (buoni spesa) a noi può fare solo estremamente piacere”. Così in una nota i consiglieri comunali di minoranza Ernesto Ferrante, Raffaele Bencivenga, Amelia Bortone, Carmine Alma e Luigi De Angelis.

“Come ci farebbe altrettanto piacere se venissero accolte anche altre proposte da noi avanzate in questo momento di crisi e sofferenza (per esempio lo slittamento del pagamento delle imposte comunali e l’istituzione di un fondo di solidarietà), ma rispetto alle quali, a dispetto della prosopopea ostentata dagli assessori nella loro replica, non si è avuta alcuna risposta. Un’ulteriore richiesta di molti nostri concittadini è quella di avere le mascherine o di conoscere l’elenco di quelli che ne hanno diritto in base ai criteri stabiliti dalla maggioranza, anche per rassicurare quelli ancora in attesa della consegna. In merito alle associazioni locali che si adoperano in maniera autonoma ed indipendente per rendere un servizio alla comunità, alle stesse non possiamo che manifestare la nostra riconoscenza, auspicando che il seme dell’amore verso il prossimo che le contraddistingue non venga mai infettato dalle smanie di controllo dei ‘predatori selvaggi’. Infine, quello che purtroppo non abbiamo condiviso in questi anni e non condividiamo nemmeno adesso, è il modo arrogante con cui la maggioranza si rapporta con la minoranza consiliare, ma non è questo il momento di approfondire l’argomento.
Si sappia solo che la superbia di chi non sta facendo alcun atto eroico ma semplicemente il suo dovere, percependo un’indennità per questo, non ci scoraggia affatto e che svolgeremo sempre con il massimo impegno, fino all’ultimo giorno del nostro mandato, il compito di consiglieri comunali, esercitando la funzione di controllo ed indirizzo che ci è riconosciuta, nel solo ed esclusivo interesse della comunità cesana”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 60919 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: