Natale ai playoff per il Giugliano grazie a Orefice e Mola

Una battaglia dura, un clima ostile ma il Giugliano batte il Messina per 2-1 nell’ultima partita al De Cristoforo (forse). I ragazzi di mister Agovino portano a casa i 3 punti grazie ad una doppietta di Orefice e ad una super parata di Marco Mola su rigore.

La partita è stata fortemente condizionata dal forte vento tant’è che nel finale i Tigrotti hanno faticato ad uscire dalla propria metà campo anche a causa del vento che respingeva il pallone all’indietro.

Primo tempo a tinte gialloblù, con il Giugliano che ha rischiato più volte il raddoppio dopo la rete iniziale di Orefice: lancio di Tarascio per Ragosta che scatta sul filo del fuorigioco, l’ex Gela punta il fondo e pesca Orefice che con un grande inserimento trova la rete del vantaggio.

Nella ripresa il giovane attaccante, classe 2000, si mette in proprio e fa le cose in grande: aggancio magistrale in area, supera due giocatori nello stretto e piazza sotto la traversa, un gol da fenomeno per l’under d’attacco del Giugliano.

Dopo il raddoppio i tigrotti calano e il Messina si riversa in attacco nonostante l’uomo in meno. La parità numerica viene poi ristabilita per il rosso a Di Girolamo.

La copertina deve essere divisa da Orefice nonostante la doppietta, col super Marco Mola che continua a parare rigori, terzo alle squadre messinesi (2 all’FC, quella di oggi all’ACR).

Il risultato non si sblocca più e termina 2-1 per il Giugliano che in due anni è passato dai campi di terra al battere il Messina di Zeman, che fu di Zampagna, Di Napoli e Zoro in Serie A.

Dopo la partita intervento da parte dei presidenti Luigi e Gaetano Sestile che hanno precisato la questione stadio oltre a dare gli auguri a tutta la cittadinanza giuglianese: “Volevamo ringraziare l’amministrazione di Mugnano perché oggi abbiamo giocato l’ultima partita al Vallefuoco. Ci è stato assicurato che Giugliano-Castrovillari dovrebbe giocarsi al De Cristofaro. Il condizionale è d’obbligo visti i trascorsi in tal senso. Se non dovesse succedere, la famiglia Sestile metterà seri puntini sulle i circa la presenza del calcio a Giugliano. Non è possibile giocare sempre in trasferta. Abbiamo giocato con club blasonati, di Serie A, come Palermo e Messina, senza tifosi ospiti perché non era possibile accoglierli e credo che certe situazioni non possiamo più subirle passivamente avendo una struttura come il De Cristofaro a disposizione”.


IL TABELLINO:

Giugliano-Acr Messina 2-1: 16′, 55′ Orefice-63′ Crucitti. Al 74′ Rossetti (Mes) sbaglia rigore.

GIUGLIANO: Mola; D’Ausilio, Micillo, Tarascio, Impagliazzo, Di Girolamo, Logoluso, Liccardo, Ragosta (71′ Esposito), Orefice (87′ Del Prete), Caso Naturale.. A disp.: Simoncelli, Riccardis, Miranda, Cimmino, Capone, Carbonaro, La Ferrara. All. Agovino.

ACR MESSINA (4-3-2-1): Avella 00; De Meio 00, Bruno, Ungaro, Fragapane; Saverino 01, Lavrendi (70′ Danza), Cristiani (83′ Famà); Crucitti, Manfrè 99; Rossetti. A disp.: Pozzi 00, Barbera 01, Lo Presti 02, Sampietro, Bossa, Cafarella 01. All. Zeman.

ARBITRO: Tomasi di Lecce (Gookooluuk-Gizzi).

MARCATORI: 16′, 55′ Orefice, 63′ Crucitti

NOTE: ammoniti Caso Naturale, Rossetti, Micillo, Lavrendi, Liccardo, Avella, D’Ausilio, Impagliazzo. Al 45′ espulso Bruno (Acr). Al 67′ espulso Carbonaro (Giu) dalla panchina. Al 77′ espulso Di Girolamo (Giu).

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 67013 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: