Aversa. ‘Vivere digitale’ al Liceo Jommelli: imparare le digital skills con Facebook

Si è concluso oggi, per 100 alunni del Liceo ‘Jommelli’ di Aversa, il percorso di formazione ‘Vivere digitale’, promosso da Wattajob in partnership con Facebook.

“Questo programma – spiega il referente del Progetto, nonché animatore digitale dell’Istituto, Sergio Fabozzi – si prefigge lo scopo di migliorare le competenze digitali degli studenti e di favorire l’apprendimento di nuove competenze per favorire il successo professionale e personale dei partecipanti nell’ecosistema digitale. Più in generale, il programma è rivolto alla generazione che si sta affacciando al mondo del lavoro (coinvolti gli alunni del quarto e del quinto anno). L’obiettivo del programma è quello di aiutare i cittadini in questa fascia di età a migliorare le loro competenze digitali per avere opportunità future e contribuire allo sviluppo delle comunità di cui fanno parte”.

Diversi i moduli attivati con l’esperto formatore di Facebook Roberto Bruno: cybersecurity, con l’obiettivo di rendere i partecipanti consapevoli della loro vulnerabilità sul web e presentare i principali strumenti per difendere se stessi, la propria società ed i propri cari dagli attacchi online; innovazione tecnologica, con tutte le potenzialità e caratteristiche degli strumenti digitali; big data, con la capacità di utilizzare strumenti di analisi adeguati che permettano una quantificazione, qualificazione, suddivisione ed organizzazione delle informazioni. Il Liceo Jommelli è una delle poche scuole della Provincia ad aver aderito al programma di formazione digitale.

“Secondo la Commissione Europea – spiega la dirigente scolastica Rosa Celardo – nel prossimo futuro 9 professioni su 10 richiederanno l’uso di digital skills, ossia di quelle competenze digitali di base che permettono ad un utente di utilizzare in modo consapevole gli strumenti offerti dalla rete: creare dei contenuti innovativi, sfruttare i social per migliorare le proprie competenze professionali, acquisire competenze di base del marketing digitale o anche semplicemente saper proteggere i proprio dati dai rischi più insidiosi. Abbiamo dunque voluto offrire ai nostri alunni una straordinaria occasione formativa, orientando i ragazzi verso le professioni del futuro. Viviamo in un’epoca rivoluzionaria, in cui le nuove tecnologie stanno allargando l’orizzonte su prospettive sconosciute, disegnando percorsi non sempre lineari e presentando sfide e opportunità inaspettate Se sapremo affrontare queste sfide e cogliere ogni opportunità, riusciremo a creare vera innovazione sociale”.

Sempre in tema di innovazione, ieri si è concluso un percorso formativo, rivolto a trenta docenti partecipanti, della durata di 30 ore, sugli strumenti open source per la didattica digitale tenuto dal docente formatore Sergio Fabozzi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54768 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: