Casaluce. Ambito C6, botta e risposta tra Tatone, Forza Nuova e UpC

Non si placano le polemiche sul caso dell’Ambito C6 dopo il passaggio di consegne tra Casaluce e Aversa.

Nelle ore scorse, il gruppo cittadino di Forza Nuova guidato da Antonio Spino, accusava proprio il sindaco di Casaluce Antonio Tatone sul passaggio di consegne  per il nuovo comune capofila dell’Ambito, rimarcando come lo stesso Tatone era stato sfiduciato ampiamente dagli altri amministratori per la cattiva gestione dell’ente socio-sanitario (leggi qui) di cui ne fanno parte, oltre a Casaluce ed Aversa, anche i comuni di Teverola, Cesa, Gricignano, Carinaro, Succivo, Orta di Atella e  Sant’Arpino.

A far eco alle contestazioni mosse da FN nei confronti della fascia tricolore casalucese anche il gruppo consiliare di minoranza Uniti per Cambiare Casaluce guidato da Antonio Cutillo. “La storia, quella vera e documentata, dal sindaco Tatone in Consiglio Comunale (fautore della scelta di Aversa, ndr) è ben diversa e dai verbali delle riunioni dell’ambito emerge tutt’altra realtà: l’insofferenza degli altri comuni dell’Ambito verso una gestione distorta e tirannica del delicato ruolo istituzionale assegnato a Casaluce. Tatone e Pagano vengono in Consiglio Comunale e abusando del suo ruolo istituzionale pretende di continuare a prendere in giro i Casalucesi. Il duo, che ormai ben potrebbe essere assoldato per un esilarante cabaret, omette di raccontare delle proteste che si sono susseguite nel tempo da parte degli altri Comuni, i quali lamentavano la mancanza di partecipazione democratica all’Ambito!“.

Non è tardata ad arrivare la replica del sindaco Antonio Tatone. “Il problema di Spino e di UpC è quello di non capire convincendovi invece di aver capito. La maschera è caduta. Avete asserito che la risposta, in merito all’ambito, è stata fornita dopo qualche giorno causa studio carte. Avrei potuto anticiparvi e far crollare il castello di sabbia…ma i bambini vanno lasciati sognare. Qualcuno vi ha fornito l’arma per suicidarvi ovvero una serie di notizie assolutamente infondate, con l’intento di calunniare chi della legittimità degli atti ne fa una priorità“.

Alle parole di Tatone, è arrivata l’ulteriore risposta di Forza Nuova. “Come sempre, caro Sindaco Antonio Tatone cerchi di mistificare la realtà dei fatti“. Lo scrive Antonio Spino, coordinatore cittadino di Forza Nuova Casaluce, replicando alle dichiarazioni del primo cittadino sul caso Ambito C6.

Parli di verbali, ma lo sappiamo tutti che il documento che sancisce il passaggio di consegne tra Casaluce e Aversa, quale comune capofila, è stato scritto ad hoc perché ormai era certa la sfiducia, nonostante i tuoi tentativi, dal sapore di elemosina, di ricucire gli strappi con gli altri amministratori, tutto attraverso messaggi dove chiedi incontri privati. Vedi Sindaco, questa è una delle tante differenze tra noi e voi. Noi, ci incontriamo alla luce del sole mentre tu preferisci in privato. Ancora una volta vuoi far credere altre cose. Parli di ‘calunnie’e ‘bugie’ che mirano a screditarti, ma tanto il tuo è solo un modo per arrampicarti sugli specchi perché sai di essere con le spalle al muro. Ti ribadisco e ti invito nuovamente a calendarizzare quanto prima un consiglio comunale sull’Ambito C6 con tutti gli amministratori e delegati alla 328 degli altri comuni facente parte dell’Ambito e vediamo chi dice o meno la verità. Forse l’unico a sognare sei tu, un primo cittadino ha il diritto e dovere di informare, in modo veritiero, la cittadinanza e non nascondendosi dietro a post e/o comunicati pilotati distorcendo i fatti. Vedi caro Sindaco, un amministratore trasparente non deve invitare i cittadini ad andare in comune per chiedere informazioni, avete un sito dell’ambito che non aggiornate da anni nonostante tutte le spese folli del recente passato. Inoltre vorrei sapere, come mai in questa brutta parentesi dell’Ambito C6 non ci sia stata una parola dell’assessore alle politiche sociali Maddalena Zaccariello che negli ultimi incontri è stata scavalcata anche dall’assessore ai LL.PP. Rany Pagano, il quale tu stesso sindaco gli hai firmato la delega a rappresentarti ai tavoli istituzionali? Quindi, si presuppone, che l’assessore Zaccariello vale come il due di picche, messa lì solo per occupare un posto in giunta. Ecco perché chiediamo le dimissioni dell’assessore Zaccariello, perché personaggi muti all’interno di un governo comunale non possono esserci. Sindaco Tatone rispondi alle nostre domande e smettila di fare sempre la vittima. Cari amministratori è arrivato il momento di alzare bandiera bianca perché avete fallito in tutti campi“.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54768 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: