(VIDEO) Basket. Bellizzi vince il derby contro Salerno

È un ritorno a casa dal sapore dolcissimo per il Semprefarmacia.it Basket Bellizzi. Nella gara che segna il rientro al “PalaBerlinguer”, i gialloblu trovano una vittoria che ha un peso enorme dal punto di vista emotivo. Di Mauro e compagni battono la Pallacanestro Salerno per 68-60, al termine di una gara molto sofferta. Costretti ad inseguire per larghi tratti del match, i ragazzi di coach Nino Sanfilippo hanno avuto il merito di restare sempre mentalmente in partita. Un ultimo quarto da sballo, ha permesso ai padroni di casa di portare a casa i 2 punti. Il 28-12 fatto segnare nell’ultimo parziale, ha capovolto l’esito della gara e fatto esplodere la festa gialloblu.

LA CRONACA

L’avvio di gara è complicatissimo, con i padroni di casa che fanno una fatica immane a trovare la via del canestro. Salerno trova subito il break e si porta avanti 0-6. Il primo canestro di Bellizzi arriva addirittura alla metà esatta del quarto e porta la firma di Esposito. Il numero 57 si ripete poco dopo dall’arco e dà una scossa importante ai suoi. All’improvviso si accende anche Juan Manning. L’inglese è una vera freccia e la sua esplosività mette in grande difficoltà la difesa ospite. Il numero 10 realizza 5 punti in meno di 30” e riporta il punteggio in parità (10-10). È ancora una tripla di Esposito a regalare il primo vantaggio a Bellizzi (13-10). Gli ospiti dimostrano di essere però avversario tutt’altro che semplice e, grazie anche alle triple di De Martino ed Egas, firmano un break di 8-0 e chiudono il primo quarto avanti 13-18.

Anche ad inizio secondo quarto, fatta eccezione per la bomba di Manning, Bellizzi sbaglia ripetutamente dalla lunga e dalla media distanza. Salerno ne approfitta per dare una nuova accelerata. I due liberi realizzati da De Martino, regalano il massimo vantaggio agli uomini di coach Menduto, che si portano avanti di 9 lunghezze (16-25). Granata e Kupchak danno ossigeno a Bellizzi, che però continua ad essere impreciso dall’arco. I 2 punti in appoggio realizzati da Iannicelli mandano le squadre negli spogliatoi sul 22-30.

Il canestro di capitan Di Mauro inaugura il terzo parziale, che vede Bellizzi costretto ancora ad inseguire. Il punteggio si mantiene molto basso nella prima parte di quarto, con le difese che riescono ad avere la meglio in maniera sistematica. A metà frazione arriva l’accelerata improvvisa di Bellizzi. Kupchak fa valere la propria forza sotto canestro, recuperando palloni sporchi e regalando punti pesanti e possessi extra ai suoi. La rimonta è completata dalla tripla di Iannicelli, che riporta avanti i gialloblu (33-32). I padroni di casa pagano però lo sforzo profuso e lasciano campo a Salerno. Gli ospiti fanno segnare così un break di 2-9 che manda le squadre all’ultima interruzione sul 40-48.

Con l’inerzia dalla parte di Sammartino e compagni, l’esito della contesa sembra essere scritto. Gli ultimi 10’ di gara di Bellizzi si rivelano però stratosferici. Spinti anche dal tifo incessante del proprio pubblico, i padroni di casa mettono a segno un parziale di 8-0 che li riporta sotto di un solo possesso (48-51). Salerno appare stordita e accusa il colpo. I ragazzi di coach Sanfilippo, all’improvviso, trovano una precisione chirurgica dall’arco fino ad allora sconosciuta. Le due triple di Iannicelli, seguito a ruota da Beatrice, regalano a Bellizzi il +4 (59-55). Gli ospiti tentano una reazione ma cadono ancora sotto le triple di Manning ed Esposito (65-58). È apoteosi gialloblu. La sirena finale decreta il successo per 68-60 di Bellizzi e fa partire la festa al “PalaBerlinguer”.


IL TABELLINO

BASKET BELLIZZI

Granata M., Sarno N.E., Beatrice 5, Salerno 1, Kupchak 11, Manning 17, Granata D. 4, Iannicelli 14, Barrella N.E., Di Mauro (C) 2, Esposito 14, Romanelli.

Coach: Antonino Sanfilippo.

 

PALLACANESTRO SALERNO

Vietri 2, Egas 10, Chiapparrone N.E., Salvatore 12, De Martino P. 4, Filippi 8, De Martino A. 5, Iannone N.E., Sorrentino N.E., Sammartino 9, Kochev 10, Provenzano N.E.

Coach: Mario Menduto.

PARZIALI: 13-18 (13-18); 9-12 (22-30); 18-18 (40-48); 28-12 (68-60).


De Francesco: «Bravissimi a non uscire mai mentalmente dalla partita» «Quella contro Salerno è una vittoria anche del nostro pubblico»

C’è grande soddisfazione nelle parole dell’assistant coach Umberto De Francesco dopo la vittoria contro Salerno: «Eravamo chiamati a rialzarci dopo tre battute d’arresto consecutive. Siamo riusciti a trovare il successo al termine di una partita nervosa, tesa. Abbiamo fatto fatica a sbloccarla all’inizio. Quando siamo riusciti a trovare precisione dall’arco, che è la nostra caratteristica principale, abbiamo spaccato la partita. È una vittoria importante per la classifica ma soprattutto per il morale».

De Francesco analizza le difficoltà che hanno caratterizzato l’inizio di gara: «Subire 20 punti nel primo quarto non ci ha aiutato sicuramente. Siamo una squadra che fa della difesa il proprio punto di forza. Durante l’intervallo lungo, coach Sanfilippo ha registrato alcuni dettagli e questo ci ha permesso di contenere molto meglio Salerno nella seconda parte di gara. Nei secondi 20’ abbiamo cambiato anche l’intensità messa sul parquet, abbiamo visto quei “cani arrabbiati” che Nino invoca spesso. Tutto questo ci ha portato a vincere la partita».

Poi un passaggio su Manning, miglior realizzatore del match con 17 punti messi a referto e 25 di valutazione: «Dal punto di vista offensivo, Juan è calato in un contesto cestistico completamente differente rispetto a quello a cui era abituato. Gli stiamo dando il tempo di adattarsi ai nuovi meccanismi. Nell’uno contro uno ha dimostrato comunque di essere devastante. Come tutti gli altri, deve migliorare nella fase difensiva».

L’assistant coach sottolinea l’importanza di aver giocato nell’impianto di casa: «Quella ottenuta, è una vittoria della squadra, dello staff tecnico ma anche e soprattutto del nostro pubblico. Sentire l’incitamento costante dei nostri tifosi, ci ha permesso di tenere sempre alta la concentrazione. Il loro sostegno è stato fondamentale nell’ultimo quarto quando, grazie anche al loro calore, siamo riusciti a svoltare e portare il risultato dalla nostra parte. In quel frangente siamo stati bravissimi a non uscire mentalmente dalla gara, in una fase in cui sarebbe stato facile tirare i remi in barca. I complimenti vanno ovviamente anche a Salerno, che ha giocato un ottimo match».

In chiusura, De Francesco guarda al futuro con rinnovata fiducia: «Il gruppo ha fatto spesso quadrato in questo inizio di stagione e noi tutti ci siam detti quello che dovevamo. La vittoria contro Salerno non è un punto di svolta ma è semplicemente la dimostrazione di quello che sappiamo fare. Siamo una squadra che sa difendere forte e poi, in 7”, riesce a trovare la via del canestro per la realizzazione. Ci auguriamo che questo successo ci dia la spinta per risalire, combattendo contro le difficoltà e qualche infortunio. L’indisponibilità di Chakir non ci ha aiutato nei giorni scorsi, per fortuna abbiamo avuto un Kupchak in grande serata che ci ha dato una grossa mano. Un plauso, in chiusura, lo voglio fare ai nostri ragazzi under. Durante la settimana che ha preceduto il derby, hanno fornito un grande apporto in tutti gli allenamenti e contribuito a tenere alta l’asticella. È anche grazie a loro se riusciamo a lavorare bene».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54768 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: