Vibonati. Sequestrato centro raccolta rifiuti, FN: “Si trovi soluzione immediata”

Dopo che per lungo tempo montagne di rifiuti di ogni tipo erano rimaste esposte agli agenti atmosferici, e dopo che per mesi gli operai della ditta che gestisce la raccolta erano rimasti senza lavoro, i carabinieri hanno sequestrato il centro comunale di stoccaggio dei rifiuti solidi urbani di Vibonati (SA).

A commentare la vicenda è Ivano Manno, coordinatore campano di Forza Nuova, nativo del salernitano: “E’ assurdo che per anni è andato avanti uno scempio simile, senza che l’amministrazione comunale muovesse un dito. Ne è derivato, alla fine, un danno enorme per i cittadini, stante la massiccia presenza di rifiuti affastellati senza la benché minima copertura, con tutte le conseguenze del caso in termini di inquinamento ambientale; per giunta, adesso il sistema di raccolta dei rifiuti a Vibonati è fermo, perchè la gestione è sotto indagine, quindi i vibonatesi, oltre il danno, devono subire la beffa dell’inattività di un servizio indispensabile”.

Gli fa eco Valerio Arenare, dirigente nazionale di Forza Nuova, anch’egli di origine salernitana: “In questa scabrosa vicenda, a fare le spese dell’indagine per gestione illecita dei rifiuti, sono anche gli operai della ditta che aveva in appalto il servizio di raccolta e stoccaggio, che hanno perso ogni possibilità di ricevere le spettanze retributive, mancanti da mesi. Per questo chiediamo a gran voce che il sindaco si adoperi celermente per trovare una soluzione a tale situazione, perché per il decoro della città di Vibonati è intollerabile che perduri anche solo un giorno in più”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54768 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: