(FOTO) Aversa. Scuole chiuse: il sindaco diventa sant’Alfonso

Dopo l’ordinanza di chiusura scuole per permettere ai tecnici di comunali di fare opportune verifiche strutturali dopo la bomba d’acqua tra ieri e oggi, tanti i messaggi di complimenti da parte degli studenti che ringraziano il primo cittadino Alfonso Golia della decisione presa e così, dopo i casi di minacce e ingiurie tramite social di qualche settimana fa nei suoi confronti  sempre da parte di giovanissimi che lo accusavano di non aver chiuso le scuole nonostante l’allerta meteo gialla, oggi il primo cittadino è diventato Sant’Alfonso.

“Come potrete immaginare sono sommerso, in pubblico e in privato, di messaggi d’amore, cuoricini di ogni forma e colore da parte di giovanissimi studenti delle scuole e degli istituti scolastici aversani, dopo che è stata comunicata la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per domani (tranne le università che non dipendono dal Comune). Tra loro, anche molti di quelli che costantemente insultano se non chiudo le scuole. Questa “incoscienza”, questo distacco quasi con se stessi è davvero spiazzante. Perchè mi ricorda che a scrivere sono dei minorenni. Ragazzi e ragazze che scrivono in un dialetto offensivo e carico di odio. A questi giovanissimi dico chiaramente: dalla prossima allerta meteo pubblicherò tutti i messaggi e i commenti che avranno questo tenore, senza oscurare i nomi. E saranno automaticamente trasmessi alla Polizia Postale e ai dirigenti scolastici. E’ inutile ricorrere ai fake perchè sia io che i mie collaboratori siamo nati prima di voi. Alla maggioranza dei giovanissimi che si rivolgono sempre educatamente (e non solo a loro), approfitto per spiegare che la chiusura delle scuole di domani, lunedì 18 novembre, è stata decisa in coordinamento con la Provincia (che ha la responsabilità di diversi istituti in città) proprio perchè, al momento in cui scrivo, non vi è alcuna allerta meteo. Approfitteremo di questa “tregua” per supervisionare le criticità e intervenire nelle urgenze. A questo proposito voglio ringraziare i dirigenti scolastici e i docenti che, pur di domenica, hanno fornito immediata e fattiva collaborazione. Ricordo, affinchè sia chiaro, che fino a diversa comunicazione… Martedì si andrà regolarmente a scuola. E approfitto per dire con molta chiarezza a tutti i giovanissimi studenti: è inutile che mi scriviate ad ogni allerta meteo. Pensate a studiare e ad andare a scuola. Se non si dovesse andare, vi sarà comunicato su questa bacheca. E faccio un appello a tutti, a noi adulti innanzitutto, per un uso più consapevole dei social network. Utilizzarli come “sfogo” contrasta con la natura “social”. Come questa storia delle allerte meteo ci insegna, ogni figlio può potenzialmente farne un uso distorto e ogni adulto o genitore può potenzialmente essere un cattivo esempio. Abbassiamo i toni, sosteniamo i docenti. L’odio cieco come abbiamo visto non porta da nessuna parte. Buona domenica a tutti”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54768 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: