Trentola Ducenta. Domiciliari Don Michele: la decisione del giudice

Nulla da fare. Don Michele Mottola resta in carcere, attualmente detenuto nella casa circondariale di Secondigliano. Nemmeno il pentimento e le scuse alla famiglia sono bastate.

La decisione è arrivata questa sera. Il gip ha rigettato l’istanza dei domiciliari chiesti dall’avvocato difensore del sacerdote, Antimo D’Alterio.

L’ex parroco di Trentola Ducenta (CE), originario di Qualiano (NA), è accusato di abusi sessuali ai danni di una bambina di 10 anni che frequentava la parrocchia, incastrato dalla stessa che ha registrato gli incontri pubblicati poi dal programma Le Iene. Contestualmente, nelle ore successive, la Procura di Napoli Nord emetteva ordinanza di custodia cautelare per Don Michele.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54768 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: