MOF, Forza Aversa: “Le probabili ragioni dell’immobilismo (voluto) dall’Amministrazione Comunale”

“‘A pensar male si fa peccato, ma molte volte si azzecca’. Il MOF riapre, non riapre, si sposta, non si sposta. Una inutile ‘iaquela’ che ha già una soluzione, benché taciuta, nascosta ed insabbiata, prendendo in giro chi su quella attività ci racimola il pane da portare a tavola. E non è affatto sciacallaggio politico. È la verità. Difronte a cotanta sfrontatezza, è arrivato il momento di far notare che dietro il ‘però è un bravo ragazzo’, si nascondono interessi, magari sconosciuti ai bravi ragazzi, ma che oggi predominano. Noi di Forza Aversa, quale movimento politico di centro destra, non può non prendere una posizione netta e, a questo punto, chiarificatrice sull’immobilismo dell’amministrazione targata PD sulla questione del mercato ortofrutticolo”. Così, in una nota il gruppo politico Forza Aversa rappresentato in consiglio comunale dal consigliere Francesco Di Palma.

“Il documento che qui si allega, e’ la prova provata, o quantomeno insinua il dubbio, sul perché quest’amministrazione non è stata “proprio” solerte e risolutiva nell’affrontare la questione. Ebbene, i fatti raccontano che in una mozione presentata nel 2018 dal PD e sottoscritta anche dall’attuale sindaco Golia, si legge: ìl’Area ASI appare idonea per la dislocazione del mercato ortofrutticolo’. È solo un caso? A noi pare la dimostrazione di quanto, da più parti, si vocifera da giorni, ovvero che ci sarebbe una volontà a che il mercato non debba riaprire, per creare un “casus belli” e proporre come unica soluzione (una sorta di minaccia) quella della dislocazione in zona Asi. C’è’ un unico dato certo in tutta questa vicenda ed è quello che il PD e l’attuale sindaco Golia, già volevano trasferire il mercato in altra area. Ed ancora oggi la maggioranza continua a fare melina su una questione così importante e di forte impatto sociale.  Ed allora quale occasione migliore di questa? Un’occasione da prendere a volo! Forza Aversa pretende chiarezza ma soprattutto chiede all’amministrazione di fugare ogni dubbio agli operatori, ai lavoratori ed ai cittadini, dando risposte concrete e ponendo in essere atti concreti, evitando, come fatto fino ad oggi, di adottare atti meramente dimostrativi e propagandistici che producono il nulla assoluto.
Si convochi ad horas una conferenza di servizi e si mettano intorno ad un tavolo il comune, l’ASL e i rappresentanti dei mercatali, invitando anche il prefetto. È l’unica soluzione percorribile e risolutiva per evitare un ping pong estenuante e mortificante. Se ciò non dovesse accadere invocheremo a gran voce le dimissioni di questa maggioranza di incompetenti, che giocano a fare i politici sulla pelle dei lavoratori e dei cittadini, e ciò come atto dovuto nel rispetto di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54745 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: