Maltempo: temporali e venti di burrasca anche al Sud

La perturbazione presente sulle regioni centro-settentrionali dell’Italia tende gradualmente a spostarsi verso sud, apportando un peggioramento delle condizioni meteorologiche, con venti forti e piogge intense anche sulle regioni più meridionali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dalle prime ore di domani, sabato 9 novembre, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Calabria, Basilicata e Puglia meridionale; persisteranno, inoltre, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Campania. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Dalla tarda mattinata di domani, inoltre, si prevedono venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia meridionale, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, sabato 9 novembre, allerta arancione sulla Provincia Autonoma di Bolzano, sul Veneto settentrionale e sul versante tirrenico settentrionale della Calabria. Valutata, inoltre, allerta gialla in Friuli Venezia Giulia, sui restanti territori di Veneto e Calabria, sul settore costiero della Toscana, in Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, su gran parte della Campania, in Puglia, Basilicata e Sicilia.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.


Maltempo Campania, criticità almeno fino a domenica mattina

Attenzione a rischio idrogeologico in aree già interessate da precipitazioni. La protezione Civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di avverse condizioni meteo: la criticità idrogeologica di colore Giallo prosegue fino alle 9 di domenica mattina.

La perturbazione che sta insistendo sulla nostra regione si sta però leggermente spostando, sempre all’interno del territorio campano: per questo motivo dalle 9 di domani mattina l’allerta riguarderà tutte le zone ad eccezione della 2 (Alto Volturno e Matese) e della 4 (Alta Irpinia e Sannio) a differenza di quella in atto fino alle 9 di domani che escludeva la zona 4 (Alta Irpinia e Sannio) e la 7 (Tanagro).

Si prevedono, nelle zone in cui vige o entra in vigore l’allerta Gialla “Precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, puntualmente anche di moderata intensità. Possibili raffiche di vento nei temporali”.

I possibili rischi riguardano “Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc); caduta massi in più punti del territorio; Fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate per effetto della saturazione dei suoli”.

Proprio a quest’ultimo aspetto, quello dell’accumulo di acqua nei terreni dovuto alle scorse precipitazioni, i tecnici invitano a prestare attenzione anche in assenza di piogge.

La Protezione Civile Regione Campania raccomanda alle Autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi sia in ordine al dissesto idrogeologico che alle sollecitazioni dei venti e del mare.

Si raccomanda altresì di prestare attenzione alle comunicazioni ufficiali diramate dalla Sala Operativa e dal Centro Funzionale.

Sintesi delle zone interessate da allerta Gialla:
– attualmente in essere e fino alle 9 di domani: 1 (Piana Campana, Napoli, isole Area Vesuviana), 2 (Matese e Alto Volturno), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini), 5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana del Sele e Alto Cilento), 8 (Basso Cilento)
– dalle 9 di domani fino alle 9 di domenica: 1 (Piana Campana, Napoli, isole Area Vesuviana), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini), 5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana del Sele e Alto Cilento), 7 (tanagro) 8 (Basso Cilento)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54033 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: