Acquisti online: tra curiosità e timori in Italia è boom degli e-commerce

Ormai lo sappiamo: non possiamo più vivere senza internet. Se prima però la rete ci aiutava a tenerci aggiornati sulle avventure dei nostri amici in giro per il mondo, per sentire i parenti lontani o per leggere qualche articolo di giornale, la nuova frontiera online è quella dello shopping. Il mondo dell’e-commerce è sempre più ampio: secondo uno studio di InfoCamere e Unioncamere, ogni anno solo in Italia nascono quasi mille nuovi shop online e il valore degli acquisti su internet è cresciuto del 222,40% negli ultimi due anni. Questo sviluppo sembra aver coinvolto principalmente il sud Italia, che nello scorso anno ha visto Campania, Abruzzo e Calabria crescere del 35% e Campania e Lazio arrivare secondi e terzi, alle spalle della Lombardia, per crescita assoluta in un anno. Cosa porta quindi i consumatori italiani a fidarsi sempre di più dello shopping online?

Sempre più vantaggi

Questa notevole crescita è dovuta a diversi fattori tra i quali sicurezza, offerta e facilità di accesso. Di sicuro un altro elemento fondamentale per spiegare il successo degli e-commerce è dato dal numero sempre crescente di italiani che accede mensilmente a internet e che ha sempre più dimestichezza col mondo digitale: ben 32 milioni di persone. Ciò che influisce di più sulle abitudini di vendita, però, sembrano essere le caratteristiche dei negozi online stessi. Se una volta per fare acquisti online ci si rivolgeva principalmente a colossi del settore come Amazon o Ebay, oggi sono tantissime le piccole o medie aziende che decidono di affidarsi al mondo degli acquisti digitali, magari senza nemmeno aprire un negozio fisico. In questo modo la loro capacità di raggiungere clienti aumenta considerevolmente, eliminando però i costi di gestione di un negozio. Esempi di successo sono piccoli brand di abbigliamento come Carolina Emme o di vendita di candele come CERA UNA BOLLA, che sebbene appartengano a una nicchia di mercato, sono riusciti a trovare appassionati del settore in tutti gli angoli del Paese e creare un ventaglio di clienti affezionati.

Il consumatore, da parte sua, dopo aver trovato finalmente ciò che cercava, vuole completare gli acquisti in totale comodità e sicurezza. Per venire incontro a queste esigenze, sono sempre di più i servizi online che permettono di effettuare pagamenti tramite carta di credito o passando attraverso diversi servizi di intermediazione a cui i clienti possono essere iscritti. I casinò online, ad esempio, ne offrono una vasta gamma andando incontro alle esigente di ogni cliente. Per effettuare un deposito o un prelievo, necessari per giocare alle slot machine o roulette online su piattaforme quali Betway Casinò è possibile infatti scegliere tra pagamenti tramite carta di debito, carta di credito, PayPal, Skrill o Neteller. Questi metodi di pagamento, tra cui il più famoso è PayPal, hanno inoltre attenti programmi di protezione per il cliente, tutelando così le spese online e operando come mediatori in caso di contenziosi con il venditore.

Qualche timore c’è sempre

Se il numero di persone che acquista online è in costante aumento, secondo uno studio firmato MarkMonitors e che ha coinvolto cinque Paesi tra cui l’Italia, il 90% delle persone intervistate hanno affermato di avere paura ad acquistare online. Tra i timori maggiori compare quello di ricevere merce contraffatta o diversa da quella presente nell’annuncio, di effettuare pagamenti non sicuri e di violazione dei dati personali. In generale, ciò che traspare è una paura della novità e dell’imprevisto. Proprio per questo, una categoria di shop online, che sta avendo grandissimo successo e riceve l’approvazione dei consumatori, è quella dei negozi fisici che si aprono anche al mondo del digitale. Così facendo questi negozi uniscono i vantaggi dell’aver creato negli anni una clientela fedele che conosce il prodotto venduto, con nuovi clienti che magari abitano lontano o che vogliono acquistare grandi quantità di prodotti, difficilmente trasportabili durante una semplice spesa.

Secondo una ricerca Netcomm, la visita del negozio fisico genera ancora oggi il 18% degli acquisti online, e lo sa bene Negozio Leggero, un franchising nato a Torino che si occupa di vendita di alimenti e accessori per la casa senza imballaggio, che dopo anni di espansione sul territorio italiano e francese ha da poco aperto uno shop online dove è possibile acquistare i prodotti disponibili nel negozio. Allo stesso modo, passando però al mondo del lusso, Velasca è un nuovo brand di calzature maschili che ha puntato al mondo del digitale e del negozio tradizionale al momento dell’apertura. Nato dall’idea di due ragazzi di Milano, questa azienda vuole unire innovazione e tradizione sia nelle sue tecniche di vendita che di produzione, offrendo calzature di produzione artigianale presentate e progettate però in modo moderno. A tutela dei consumatori online, inoltre, sono disponibili diverse piattaforme pronte a rispondere a tutti i dubbi e perplessità. Proprio come quando si fa shopping in un negozio fisico, i diritti del consumatore lo tutelano dall’acquisto di merce contraffatta e danneggiata. Rivolgendosi ad associazioni e gruppi come l’Unione Nazionale Consumatori è possibile ricevere supporto e consigli, far sentire la propria voce e, forse, temere un po’ di meno gli acquisti online.

Se la vendita “faccia a faccia” è ancora il motore nel mondo degli acquisti in Italia, basta pensare ai 249 milioni fatturati dalla Lombardia grazie alle vendite a domicilio, il mondo degli acquisti online sta crescendo come mai prima d’ora. Se questo boom porta con sé principalmente consumatori soddisfatti, non sono pochi i dubbi e i timori che posso trovare facile risposta prima di entrare nel mondo dell’e-commerce.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 52264 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!