RCA, Caso: “Chiedo tariffe eque”

“L’esame della proposta di legge, a mia firma, è entrato oramai nel vivo con l’audizione di oggi, in Commissione Finanze, dei rappresentanti Ivass, mi auguro giunga presto al capolinea perché la riduzione delle tariffe assicurative è un serio problema, che crea tanta sofferenza negli automobilisti italiani, soprattutto quelli virtuosi, che non commettono incidenti né truffe a compagnie assicurative, finendo per pagare, se residenti a Napoli, il doppio di chi sta, ad esempio, ad Aosta. Nella scorsa legislatura ci provò già il mio collega al Senato Sergio Puglia, oggi rilancio alla Camera la necessità di una modifica che renda giustizia al settore, chi è onesto deve pagare meno, o meglio, il giusto”. Lo dichiara Andrea Caso componente della Commissione Finanze e primo firmatario della proposta di legge RCA che è possibile visionare qui. La prossima audizione nella VI Commissione si terrà martedì 8 ottobre con i membri dell’Ania.

“L’IVASS paventa l’ipotesi che possano esserci aumenti dei premi assicurativi per chi commette incidenti, – aggiunge Caso – io mi preoccupo invece di tutelare gli automobilisti che non commettono sinistri stradali né li provocano o commettono truffe”. “Spero che la proposta possa essere licenziata in entrambi i rami del Parlamento entro la fine dell’anno, al momento, ha ricevuto critiche solamente da Fratelli d’Italia e Lega, che mi auguro possano mettere da parte le proprie contrapposizioni politiche e far prevalere, invece, gli interessi dei propri elettori a cui dovrebbero spiegare poi queste resistenze”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 67106 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: