Questione roghi, Carinaro assente incontro Roma: maggioranza Affinito risponde alla minoranza

Pervenuta alla nostra attenzione la lamentela da parte della compagine di minoranza a proposito dell’assenza di rappresentanti amministrativi del comune di Carinaro all’incontro al ministero dell’ambiente del 5 settembre , riteniamo corretto nei confronti dei cittadini carinaresi spiegare come si siano realmente svolte le vicende relative alla questione.

Ma partiamo con ordine: il giorno 09.08 la delegazione capeggiata dal sindaco Nicola Affinito si è recata all’incontro promosso dall’amministrazione aversana, relativo al problema dei roghi tossici. In quel consesso è stata redatta la bozza del protocollo d’intesa che, successivamente, sarebbe stata inviata al Ministero.

Per l’approvazione finale della bozza il giorno 02.09, nel municipio normanno, si è tenuto un nuovo tavolo che ha visto in prima fila, ancora una volta, una rappresentanza della nostra amministrazione.

In seguito all’approvazione finale del documento è pervenuta la richiesta da parte del Ministero della convocazione di un tavolo prettamente tecnico, cioè senza che fosse prevista la presenza di politici.

Ciononostante il movimento dei sindaci ha deciso di recarsi nella Capitale e tentare di far ricevere, insieme a quella tecnica, una propria delegazione composta da soli tre sindaci.

Le cose però sono andate diversamente e al ministero è stato concesso a tutti di presenziare al tavolo preliminare svoltosi che era, ed è stato, prettamente tecnico.

Il nostro sindaco, che insieme agli altri aveva fattivamente collaborato alla stesura del documento, ha orgogliosamente preferito rimanere a Carinaro a lavorare con la propria squadra per risolvere le tante criticità del territorio. Sono di quei giorni, infatti, le emergenze di via Piave, dove a differenza degli altri comuni interessati da temporanei disagi, è stato necessario bloccare il traffico per il ripristino dei tombini e del circostante manto stradale. Inoltre, è di quei giorni la pianificazione e la realizzazione dell’ intervento di pulizia straordinaria di via Casignano e di quello che a breve verrà realizzato a via Carmignola e in altre strade interessate dalle criticità ambientali.

Questa amministrazione ha molto a cuore la questione della salute e igiene pubblica e lo dimostra giorno per giorno, intervento per intervento, anche richiamando severamente ai propri doveri le ditte operanti sul territorio che al nostro arrivo al comune non sempre operavano al meglio. E ciò è avvenuto sia richiamando tutti ai propri doveri che irrorando sanzioni per impedimenti contrattuali. E vi possiamo garantire che per il bene del paese pretenderemo sempre di più da tutti coloro che con l’amministrazione sono legati da vincoli contrattuali.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti: nonostante la crisi strisciante del sistema rifiuti campano abbiamo garantito che il paese fosse sempre in uno stato di decoro e igiene superiore a quello dei comuni circostanti.

Tra le iniziative in programma, stiamo aderendo al portale Open data della Regione Campania, una piattaforma interamente dedicata alla pubblicazione di dati regionali di tipo aperto sullo sviluppo di siti e portali per le pubbliche amministrazioni per quanto concerne la sostenibilità ambientale e in particolare il monitoraggio della qualità dell’aria.

Mentre noi operiamo per il bene di Carinaro lasciamo le polemiche sterili a chi non ha altro da fare che dar fiato alla bocca.

Maggioranza sindaco Nicola Affinito

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 52245 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!