Martedì concerto per i detenuti di Airola

Nella giornata di martedì 6 agosto alle ore 9:30, presso l’istituto penale per minorenni di Airola (BN), promosso dal Garante dei detenuti Campano Samuele Ciambriello, si terrà il concerto “Anima di strega” della cantautrice Vincenza Purgato insieme al chitarrista Edo Puccini che l’accompagna in questa sua volontà di cantare per i detenuti.

Saranno protagonisti canori della giornata anche un gruppo di giovani ristretti presso l’IPM DI Airola, “ragazzi sospesi” con tanta voglia di fare, un momento che permetterà l’incontro dell’energia femminile con l’energia maschile.

“Dopo il concerto del 10 Maggio presso la Casa Circondariale femminile di Pozzuoli è ora la volta dell’IPM di Airola. L’ incontro con i ragazzi per le prove è stato emozionante, ho conosciuto tutti i ragazzi, c’è stata una lunga conversazione, abbiamo parlato delle loro passioni, dei loro sogni, devo dire che sono stati molto incuriositi. Alla domanda chi è Anima di Strega? …allora il discorso si è aperto ad una visione più introspettiva, ho spiegato che Anima di Strega è la donna intuitiva, la donna risvegliata, è l’energia femminile che è dentro in ognuno di noi, l’energia accogliente, il grembo che libera le emozioni, l’energia che dona amore ma per troppo tempo è stata repressa, martoriata, ma se equilibrata all’energia maschile porta alla guarigione, all’accettazione del proprio Se. Solo con le due energie in equilibrio possiamo vivere in tutta pienezza l’amore, esprimere i sentimenti, far emergere la parte di noi più fragile senza averne vergogna e sopperire così quella mancanza di affetto che nelle carceri è la prima causa di suicidi. L’ascolto dei brani è stato un momento emozionante, si è calato un silenzio, poi ognuno ha raccontato le proprie emozioni, hanno apprezzato molto i testi. Lunedì mattina con Edo Puccini incontreremo i ragazzi di Airola per le prove generali. Sono particolarmente emozionata sapere della presenza di Lucia di Mauro vedova della vittima, donna di grande coraggio con il suo perdono. A lei dedico il mio brano “Il miracolo dell’amore”

A seguire la testimonianza della Sig. Di Mauro Lucia, familiare di vittima innocente della criminalità organizzata, moglie della guardia giurata, Gaetano Montanino, ucciso a Pizza Mercato a Napoli per opera di giovani adulti.

“In questo periodo di meritato riposo credo sia utile non ‘far sentire soli’ i giovani adulti ristretti, ecco il senso questa mattinata di festa e riflessioni, in cui parteciperanno, i giovani ristretti, i loro familiari, amministrazioni locali e volontari del territorio del Sannio – dice Samuele Ciambriello -. Si crea un ponte tra il dentro e fuori, concretizzandosi la consapevolezza che il carcere e la devianza minorile non può essere rimossa ma che si deve lavorare di prevenzione, vale il motto in questo caso: “meglio prevenire che curare”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 50959 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!