Napoli. Circum, FI: “Su EAV, serve inchiesta”

“A che sono serviti a De Gregorio gli oltre 600 milioni di euro stanziati dal governo Renzi per ripianare i debiti dell’Eav e farla ripartire senza problemi? Come ha speso fino ad oggi gli oltre 160 milioni di euro annui per il servizio Eav su ferro? Come è possibile che un’azienda pubblica, pagata coi soldi dei cittadini e  alla quale sono stati azzerati i debiti, aumentati i contratti di servizio, raddoppiato lo stipendio al suo presidente-manager, registri il peggiori consuntivo di produzione d’Europa tra gravissimi disservizi, corse cancellate anche senza preavviso, intollerabili ritardi aggressioni al personale e agli utenti e quotidiani atti vandalici alle stazioni e ai treni? E’ evidente che serve un’operazione verità, un’inchiesta”. Lo afferma il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania Armando Cesaro, per il quale “sarebbe interessante intanto capire se il governatore De Luca abbia svolto gli opportuni controlli e quali penali abbia applicato. E’ chiaro che se non vuole risultare complice di De Gregorio  non ha scelta: lo revochi o ne chieda le dimissioni all’istante”.

“Ad ogni modo – rende noto Cesaro – lunedì sottoporrò alla firma ai colleghi del Consiglio regionale la proposta di legge per l’istituzione di una commissione di indagine conoscitiva sulla gestione fallimentare dell’Eav ed in particolare della Circumvesuviana che oltre a creare quotidianamente gravissimi disagi agli utenti, come dimostrano le cronache di queste ultime settimane, sta producendo danni altrettanto gravi al turismo. Sono convinto che, rispetto alla gravità del problema, nessuno si sottrarrà alla propria responsabilità”.

“C’è un evidente cortocircuito tra le dichiarazioni roboanti del vertice Eav e il disagio dei passeggeri della Circumvesuviana che oramai si registra con frequenza quotidiana. Un treno della tratta Napoli-Sorrento, lo stesso di due settimane fa, è rimasto nuovamente intrappolato venerdì sotto la galleria di Pozzano. Un disastro per la tranquillità di pendolari e turisti, un danno all’immagine della Campania. A questo punto, il tempo per la governance di EAV è scaduto. Il presidente della Regione e assessore pro tempore ai trasporti De Luca batta un colpo”. Lo dichiara Flora Beneduce, consigliere regionale e componente della Commissione Trasporti della Campania.

“Non è più tollerabile che chi sale su un treno della Circum debba pregare perché tutto vada liscio durante il viaggio. Le statistiche sono impietose, guasti e ritardi con cadenza giornaliera sono frutto di un deficit di programmazione e gestionale impossibile da giustificare”, prosegue la consigliera azzurra.

“Il fatto poi che anche cittadini riuniti in Comitati facciano sentire la loro voce attraverso le colonne di quotidiani autorevoli di questa città, definendo senza mezzi termini la missione EAV come fallita, dovrebbe aprire gli occhi a chi è deputato a prendere decisioni in questo settore, primo fra tutti il governatore De Luca, che ha la responsabilità politica ed amministrativa della holding regionale dei trasporti. Serve un cambio di governance, con competenze nuove e performanti, un cambio per uscire da questa agonia”, conclude Beneduce.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 49568 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!