Casaluce. Casi Di Grazia, Ronza e Di Martino, UpC replica a Tatone

“Se c’è qualcuno che mente sapendo di mentire, questo è il Sindaco Tatone, che ad ogni evidenza ha avuto per lunghi dieci anni un ottimo maestro in tema di menzogne! Allora, l’opposizione replica e contesta punto per punto le asserzioni del primo cittadino, che tenta di arrampicarsi sugli specchi, ma scivola pietosamente su ogni circostanza”. Lo scrive in una nota il gruppo consiliare Uniti per Cambiare.

“Caso Di Grazia: guarda caso, il primo cittadino tra i primi atti del suo mandato si occupa di sistemare la vicenda del tecnico, pagato e tenuto in panchina, dividendo l’Area Tecnica in settori e scegliendo ad arte di non affidare a Di Grazia proprio quella che, invece, gli dovrebbe essere riconosciuta. Perché mai? Semplice, perchè vi è una sentenza (la 235 del 2015 del tribunale di Napoli Nord) che ha sancito il diritto Di Grazia a ricoprire il ruolo di responsabile dell’area Lavori Pubblici e manutenzione. Ma dal momento che questa e la passata amministrazione hanno negato tale diritto a Di Grazia, il Giudice adito ha anche determinato la corresponsione di un risarcimento per danno in favore del tecnico, sulla base della illegittimità della revoca dell’incarico lui affidato. Chi paga per le scelte folli di Pagano, prima, e Tatone, poi? Semplice! Noi cittadini! La soluzione? Noi la proponiamo in questi termini e invitiamo il Sindaco Tatone a dare un segno tangibile della sua apertura verso questa opposizione: affidiamo a Di Grazia il ruolo che il giudice gli ha riconosciuto e per il quale è stato a suo tempo assunto nel periodo commissariale e diamo le altre aree, in cui è stato diviso l’Ufficio Tecnico, a colui che sarà assunto a mezzo del concorso bandito, che si terrà a stretto giro di posta. Se la nostra proposta non dovesse essere ascoltata, la domanda nascerebbe spontanea: qualcuno, prevedendo come per magia il prossimo vincitore, già sa che chi verrà sarà più competente o più idoneo o, perché no, più accondiscendente di di grazia nel settore LL.PP. e Manutenzione? Infine, giusto per precisare l’arch. Di Grazia, da quanto ne seppiamo, continua a stare in panchina, cioè viene pagato per non far nulla!”.

“Caso Ronza: Pagano, prima, e Tatone, poi, anziché continuare a blaterare intorno all’argomento, dovrebbero dire ai Casalucesi a quanto ammonta il danno per le casse comunali derivante dalla non immediata assunzione di Ronza al posto che gli spetta e gli spettava, dall’inizio, in quanto vincitore di concorso. Tatone, poi, puntualizza che Ronza non sarebbe vincitore di concorso ma il posto gli spetterebbe per scorrimento. E che significa??? Il secondo in graduatoria in un concorso non è forse lui stesso vincitore dal momento in cui il primo non accetta? Il Giudice la pensa come noi! Tatone dimentica di far parte di questa amministrazione da più di dieci anni ormai e si perde in sofisticazioni, pretendendo di prendersi i meriti di un’assunzione che doveva essere effettuata anni fa e che, se fosse avvenuta, avrebbe risparmiato ai Casalucesi fior di quattrini (più di 100.000 €!!!), evitando due dispendiosi gradi di giudizio e il pagamento di uno stipendio che Ronza matura da anni senza alcun beneficio della collettività, atteso che non ha mai preso possesso del suo ruolo. Chi paga per le scelte folli di Pagano, prima, e Tatone, poi? Semplice! Noi cittadini!”.

“Caso Ludovico Di Martino: vuoi vedere che la mancata assunzione del nuovo comandante dei VV.UU. e il conseguente affidamento dell’incarico dirigenziale a Ludovico Di Martino è frutto di un disegno progettato ad arte, con accortezza chirurgica, per controllare i settori nevralgici della macchina amministrativa? Per carità, noi apprezziamo il fatto che il Dirigente si sia fatto carico di un’altra funzione per amor di patria e senza percepire maggiorazioni sullo stipendio, ma quel che più ci preme è che la funzione ammnistrativa oggi risulti essere accentrata nelle mani di uno o due persone, provocando un sistema infernale in cui controllore e controllato risultino essere le stesse persone. Questo a noi non sta bene!”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 51490 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!