Casaluce. La denuncia di UpC: “Nella Casa Comunale, si aggirano ‘perfetti sconosciuti'”

Frequentare la Casa Comunale riserva ogni giorno una sorpresa. L’ultima del momento? Entrare nell’Ufficio Tecnico e trovare alle scrivanie non già il pubblico impiegato preposto alla mansione, quale è l’arch. Di Grazia, che continua ad essere pagato nonostante sia tenuto in panchina, ma dei perfetti sconosciuti, liberi professionisti intenti a maneggiare al pc e a metter mano ai fascicoli dell’Ufficio senza averne alcun titolo. E’ stato così che i consiglieri di opposizione, Antonio Cutillo e Antonio Comella, dopo aver chiesto a che titolo gli architetti, qualificatisi come De Lucia e Errico, stessero operando all’interno di un Ufficio Pubblico di tale importanza, non ricoprendo alcuna mansione, hanno immediatamente allertato dapprima le Forze dell’ordine e, poi, i Dirigenti comunali preposti al controllo del personale della macchina comunale, risolvendo immediatamente per un allontanamento degli stessi“. E’ quanto fa sapere, tramite una nota stampa, il gruppo consiliare Uniti per Cambiare.

L’arch. De Lucia, in particolare – continua la nota del gruppo consiliare – , ha cercato di giustificare la propria presenza dicendo di essere stato legittimato a ciò dalla segretaria comunale, ma alcun documento a tal proposito è stato prodotto nonostante i ripetuti inviti rivolti; è per questo motivo che la richiesta conseguente, da parte dei consiglieri comunali, è stata quella di un’immediata chiusura dell’Ufficio con l’allontanamento dei soggetti la cui presenza non trovava alcuna legittimazione all’interno dello stesso. L’invito rivolto ai Dirigenti è stato quello volto ad ottenere un controllo molto più attento degli Uffici pubblici e dei loro frequentatori, dal momento che il protrarsi di una simile inaccettabile ed illecita situazione, sulla cui persistenza il gruppo “Uniti per cambiare” presterà la massima vigilanza, comporterà un sicuro ricorso alla Autorità Giudiziaria competente. Agli stessi Dirigenti Comunali invitiamo di dare risposte vere alle nostre richieste, in quanto non abbiamo gradito per nulla che nella giornata di ieri il Dirigente Ludovico Di Marino non trovando bugia migliore per giustificarsi di alcune spiacevoli situazioni abbia utilizzato il nome della sig.ra Tammaro affermando che la stessa fosse responsabile di alcune aree del Servizio Civile (leggi qui). Naturalmente la notizia è stata smentita dall’impiegata comunale, la quale sostiene di non aver mai ricoperto il ruolo attribuitole. Caro dottore Ludovico Di Martino, noi di Uniti per Cambiare ti consigliamo di prestare attenzione a quello che dici e quello che fai perché è molto grave!“.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 49620 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!