Sara Franz racconta della sua esperienza con l’anoressia

È straordinario l’esempio che una giovanissima ragazza di nome Sara Franz sta dando sui social a tutte le ragazze che come lei stanno affrontando gravi problemi con i disturbi alimentari. La ragazza in questione è stata, infatti, affetta per ben sette anni da una malattia tanto pericolosa che ha trasformato la sua vita rendendola fragile e instabile: l’anoressia.

Questa terribile malattia ha cominciato ad agire nella sua mente, prendendo il sopravvento molto tempo fa privandola della possibilità di vivere con tranquillità fino al momento in cui esausta ed impaurita ha cominciato a contrastare questo brutto male sconfiggendolo. La giovane con le proprie parole sta tentando di smuovere l’animo di tutte le persone che attualmente sono afflitte da questo disturbo e non riescono a scorgere la luce alla fine del tunnel. Lei consiglia a tutte queste ragazze di vivere ed essere felici, di accettarsi ed amarsi per ciò che si è.” Posso dire che ho vinto. Perché ho nuovamente il sorriso sul viso e gli occhi pieni di vita. Perché la vita è una sola e dobbiamo viverla appieno sino all’ultimo attimo”, queste sono le parole di Sara che spera di poter realmente migliorare l’esistenza di tutte le persone afflitte da malattie tanto gravi quanto l’anoressia e la bulimia. Questi mali spingono chi ne è affetto a non accettare la situazione e a continuare senza mai opporsi a quel disturbo che controlla completamente le loro vite. Nessuno è realmente d’aiuto quando queste malattie sono in atto, nemmeno i medici possono riuscire a sventare gli effetti di ciò e solo la propria forza, la propria determinazione e la propria voglia di vivere e combattere possono battere e favorire un andamento sempre più ottimale verso la totale guarigione. L’anoressia, così come ha affermato la ragazza in questione secondo quella che è stata la sua difficile esperienza, è una malattia che non si allontana mai realmente da coloro che ne sono vittime e rimane latente nonostante le cure e i miglioramenti.

La stessa Sara ha dichiarato che ancora oggi, malgrado i tre anni di recupero e la sua ripresa, continua ad avere delle difficoltà che riguardano l’alimentazione e pensieri che la spingono a credere di essere grassa, ma al di là di tutto ciò, ha ormai accettato se stessa, la propria guarigione e mai più sarà vittima della malattia. Invita ad agire nella medesima maniera tutte le ragazze fragili che proprio ora stanno lottando per superare l’anoressia e per quelle che ancora non hanno ammesso e compreso l’entità del loro problema. Tutte loro, come lei, meritano la felicità e la stabilità.

di Filomena Iuliano

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 48260 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!