Napoli. Accuse di diffamazione: la sentenza per Girolamo Foti

“Mercoledì 13 marzo 2019 si è concluso un capitolo molto travagliato della mia vita: il Tribunale Militare di Napoli mi ha assolto con formula piena dall’accusa di presunta diffamazione nei confronti dei miei diretti superiori e, cosa ancor più grave, dell’intera scala gerarchica dell’Esercito”. A parlare è un sollevato Girolamo Foti, al termine di un processo che l’ha visto coinvolto a causa di un allegato alla Delibera n. 42 del Cocer, Comparto Difesa “Tutela del delegato”.

“Ho affrontato il processo astenendomi, nel modo più assoluto, da commenti o interventi pubblici sulla vicenda, nel timore che potessero essere strumentalizzati o male interpretati. In 25 anni di carriera – racconta il palermitano -, mi vanto di aver servito il paese e la mia Forza Armata di appartenenza con lealtà, dignità e rispetto per le istituzioni, nei riguardi dei Comandanti e per le migliaia di colleghi che ho l’onore di rappresentare da tre mandati consecutivi in qualità di delegato Cocer e presidente dell’associazione sindacale Libera Rappresentanza dei Militari nel mio tempo libero.  Ringrazio con affetto gli amici che mi sono stati vicini ed i miei avvocati, Nino Zanghì e Nino Giallombardo. A questi ultimi va il merito di avermi difeso eccellentemente, dando prova di un grande spessore umano nell’aver preso a cuore questa causa. Ringrazio la mia famiglia, il Dott. Maurizio Muratore, il Dott. Marco Votano, Avv. Francesco Pandolfi, Don Pino Terranova, Santo Silvestri, Stefan Nicolae e Ciccio Damasco – conclude -, che dal 2015 mi hanno supportato moralmente in questa vicenda”.

Soddisfazione per l’esito del processo anche da parte dei componenti di “Libera Rappresentanza dei Militari”, che, nella persona del segretario nazionale Dott. Marco Votano, “esprime la propria soddisfazione per la conclusione positiva del processo nei riguardi del Presidente Girolamo Foti, accusato di diffamazione nei riguardi di alcuni superiori di grado e dell’intera gerarchia. L’assoluzione con formula piena mette fine ad una situazione che, per taluni, voleva essere motivo di strumentalizzazioni nei confronti del nostro Sindacato. Ringraziamo gli avvocati penalisti Nino Zanghì e Nino Giallombardo, consulenti legali del nostro sindacato, che con professionalità ed alto spessore umano hanno condotto un’eccellente linea difensiva nei riguardi di Girolamo”.

“Siamo stati vicini a Girolamo Foti ed abbiamo da sempre creduto nella sua innocenza – continua il dott. Votano , nessun collega dovrà più sentirsi solo. Abbiamo scelto con cura, fra le diverse proposte di convenzione, i dodici studi legali presenti in tutto il territorio nazionale, che aiuteranno i nostri iscritti a far valere le proprie ragioni in nome del buon diritto. Sia questo un segnale forte e chiaro per tutti coloro che con disinvoltura adiscono la magistratura militare per fatti di inconsistenza acclarata costringendo militari, spesso innocenti, a dover affrontare un travaglio economico, morale e lavorativo non indifferente”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 50971 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!